19 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.35
Palermo

si comincia con le attività il 30 marzo

395° Festino Santa Rosalia, edizione storica: il Carro verrà realizzato dai detenuti | Video interviste

9 Marzo 2019

Guarda le video interviste in alto 

Il 395° Festino di Santa Rosalia, patrona della città di Palermo, quest’anno offrirà delle novità che, con mesi di anticipo, condurranno alle celebrazioni del 14 luglio; tema dell’edizione corrente è “l’inquietudine“.

Lollo Franco
Lollo Franco

La prima significativa novità di questa edizione è la collaborazione con i detenuti della Casa di Reclusione Ucciardone “Calogero Di Bona”, fortemente voluta dal direttore artistico Lollo Franco, da una idea di Francesco Bertolino, Presidente della V Commissione Consiliare (Cultura) del Comune di Palermo.

La costruzione del Carro quest’anno sarà eccezionale” ha dichiarato Lollo Franco.

Gli ospiti della casa di reclusione, infatti, per la prima volta nella storia del Festino, realizzeranno il Carro Trionfale in onore della Santuzza, coadiuvati dallo scenografo Fabrizio Lupo, ideatore del Carro e docente dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, istituzione partner del Festino.

Il cantiere per la costruzione sarà realizzato dentro l’area parcheggio del carcere, visibile dall’esterno, dove rimarrà per i mesi necessari ai lavori. Successivamente il Carro sarà spostato all’area parcheggio di Piazza del Parlamento per la rifinitura, gli assemblaggi e gli impianti audio e luci, in vista del 14 luglio 2019.

395 Festino

Io sono persona. Noi siamo comunità è questo il senso di questa attività fortemente voluta da tutti e che vede coinvolti gli ospiti del carcere Ucciardone, a sottolineare ancora una volta, che l’Ucciardone è Palermo, Palermo e’ l’Ucciardone e che Santa Rosalia è la Patrona di Palermo, di tutti i palermitani, nessuno escluso, dentro e fuori l’Ucciardone” – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando.

L’altra novità inedita è #aspettandoilfestino2019, ideata dal direttore organizzativo dell’edizione corrente Vincenzo Montanelli, un calendario di attività artistico/culturali che, da marzo a luglio, coinvolgeranno diversi luoghi della città legati ad altrettanti rinomati appuntamenti, e che condurranno alla ricorrenza più sentita e partecipata dal popolo palermitano (qui il programma-eventi completo).

Durante la presentazione alla stampa, infine, è stato proposto ufficialmente l’accorpamento dei programmi religioso e popolare dei festeggiamenti; la proposta, che verrà valutata, è stata accolta con entusiasmo dai presenti.

 

 

 

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.