18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.55

la rubrica della domenica

A “Bar Sicilia” è ospite Giorgia Meloni: “Sul governo regionale giudizio sospeso” | VIDEO

10 Marzo 2019

 

Guarda in alto il video della 53ª puntata di “Bar Sicilia”

Per la cinquantatreesima puntata di “Bar Sicilia“, la rubrica della domenica de ilSicilia.it, con Alberto Samonà e Maurizio Scaglione, oggi domenica 10 marzo 2019, ospite d’eccezione è la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, in Sicilia per cominciare a lanciare la volata del suo partito nell’Isola in vista delle Europee.

In merito agli attuali assetti politici, ai nostri microfoni spiega come in futuro non vede la possibilità di ripetere il centrodestra come lo avevamo conosciuto in passato: “Quello che stiamo facendo noi con Fratelli d’Italia è di aprire i confini tradizionali della destra anche ad altre realtà, culture, storie e personalità che si sono sentite disperse in questi anni e non più rappresentate, per costruire un secondo grande movimento nell’ambito del centrodestra, alleato ma distinto dalla Lega”.

E aggiunge, guardando all’ipotesi di un governo futuro: “C’è un’altra maggioranza possibile, di persone che condividono fra loro i valori e le scelte, cosa che Lega e 5 Stelle non possono fare perchè in tutte le scelte dirimenti i 5 Stelle hanno posizioni di sinistra”. 

Rispetto alla Sicilia e alle recenti posizioni assunte da Nello Musumeci, che ha “aperto al centro” dichiarando la neutralità di “Diventerà bellissima” alle prossime europee, Giorgia Meloni sottolinea che “in futuro Musumeci si ravvederà”: “Non so perchè il presidente Musumeci abbia fatto queste dichiarazioni. Non le condivido, temo che sia il tentativo di mantenere la maggioranza compatta. Io sarei stata più coraggiosa. Ma va bene così, è un segnale di chiarezza: i siciliani che alle europee vogliono votare a destra sanno adesso che l’unica forza che possono scegliere è Fratelli d’Italia. Il giudizio sul governo regionale è un giudizio sospeso, io credo che Musumeci stia facendo un grande lavoro di riorganizzazione della macchina regionale. Mi pare che un primo risultato sia sulla spesa dei fondi europei. Quindi una riorganizzazione sta funzionando. Ma ora aspettiamo anche che arrivi la fase in cui i cittadini vedano anche le risposte. E posso dire che i primi risultati sono merito di Fratelli d’Italia”.

La leader di Fratelli d’Italia si dice d’accordo con la costruzione del Ponte sullo Stretto, ma anche di tutte quelle infrastrutture in grado di ammodernare il sistema dei trasporti e la condizione complessiva della viabilità, ricordando che uno degli obiettivi è lo sviluppo, da realizzare anche portando l’alta velocità a sud di Salerno, visto che ancora oggi i treni ad alta velocità non vanno più a sud.

Su giovani e reddito di cittadinanza, rispondendo a una domanda di Veronica Gioè, Giorgia Meloni rivolge giudizi pesanti all’indirizzo del provvedimento simbolo del Movimento 5 Stelle: “Il punto è se la politica ha o no il coraggio di investire sul lungo periodo. A me pare che la politica così facendo preferisca fare cassa elettorale. Il reddito di cittadinanza non produce lavoro, perchè fra un anno i siciliani che lo otterranno dovranno optare se accettare eventualmente un lavoro lontani dalla Sicilia. Ma il tema è creare lavoro vero in Sicilia, non assistenzialismo e false promesse. Noi abbiamo fatto tante proposte, che hanno proprio questo scopo. La gente si accorgerà troppo tardi che con il reddito di cittadinanza è stata presa in giro, perchè quando avverrà avrà già votato per le elezioni europee”. 

Guarda in alto il video della 53ª puntata di “Bar Sicilia”

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.