20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.27
Palermo

Nonostante il piano di riqualificazione della piazza

A Mondello non solo mare, Sabrina Figuccia: “Anche i rifiuti hanno un posto al sole”

18 Giugno 2019

“Un posto al sole non si nega a nessuno, neanche ai rifiuti, che però hanno il vizio di non essere stati invitati. Ma Mondello è così accogliente che abbraccia tutti, anche i maleodoranti sacchi d’immondizia”, a denunciarlo Sabrina Figuccia, consigliere comunale di Palermo dell’Udc, che prosegue: “E’ vero, c’è poco da scherzare, ma osservando l’attuale desolante situazione della nostra borgata marinara, l’unico antidoto resta l’ironia, che però sarà certo poco apprezzata da chi frequenta quotidianamente la spiaggia e il lungomare”.

Sabrina FigucciaMentre in Consiglio Comunale abbiamo appena discusso ed approvato il piano di riqualificazione della piazza mondelliana – prosegue la Figuccia – con l’asfalto colorato, lo spostamento della fontana ed altre spese forse non urgentissime, mentre la stagione balneare sta entrando nel vivo, i difetti principali di Palermo emergono in tutta la propria tristezza”

Da un lato, i soliti incivili che abbandonano rifiuti ad ogni angolo di strada, ma dall’altro, ancora peggio, un’azienda, la Rap, che non riesce a mantenere un minimo di decoro in città, né tantomeno a Mondello, che, proprio con l’arrivo dell’estate, dovrebbe rappresentare il fiore all’occhiello e che invece subisce questo scempio“, prosegue Sabrina Figuccia.

Orlando è convinto: l’emergenza rifiuti si combatte soprattutto con centinaia di vigili urbani sparpagliati per la città; peccato però che la nostra polizia municipale è parecchio sott’organico e d’estate il numero dei vigili in servizio diminuisce pure“, continua Sabrina Figuccia, consigliere comunale di Palermo dell’Udc, che prosegue: “Proprio qualche settimana fa, avevo sollevato il problema degli agenti che chiedono, ed ottengono, il distacco per i mesi estivi in alcune località turistiche siciliane, che vedono crescere di parecchio il traffico automobilistico. Una prassi che va avanti da anni, ma che presenterebbe qualche problema d’attuazione. E, sembrerebbe, dopo la mia interrogazione, che il comandante Marchese abbia già bloccato le prime domande”.

Dall’altro lato, però, resta il nodo dei tanti vigili che non possono svolgere servizi in strada perché hanno patologie particolari che impediscono loro di andare in giro di pattuglia” aggiunge.

Insomma, attendiamo con ansia di sapere dove il sindaco ed il comandante troveranno questi centinaia di agenti per contrastare il criminale fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, soprattutto ingombranti, a tutte le ore del giorno e della notte. Saranno vigili in divisa, in borghese o in…visibili? Orlando, e Marchese non vorranno rischiare denunce penali da parte degli agenti che non possono lavorare in strada. Si aprirebbero così tanti contenziosi che si bloccherebbe l’intera polizia municipale” conclude la Figuccia.

 

 

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.