12 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.44
Trapani

Dal 20 al 29 settembre

A San Vito Lo Capo si respira già l’atmosfera del “Cous Cous Fest” | IL PROGRAMMA

1 Agosto 2019

In quel palcoscenico di strabiliante bellezza che è San Vito Lo Capo (TP), dal 20 al 29 settembre, si rinnova l’appetitoso appuntamento col “Cous Cous Fest“, giunto alla XXII edizione.

Cous Cous Fest 2019

Il festival internazionale dell’integrazione culturale dedicato al cous cous, piatto nato tra le dune del Maghreb e diventato negli anni simbolo di pace, incontro e scambio tra popoli, è coprodotto dall’agenzia di comunicazione Feedback, in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo, e quest’anno sarà all’insegna dello slogan “Make cous cous not walls”. “Abbattere le barriere e valorizzare le differenze sono da sempre i temi cardine del Cous Cous Fest, evento sempre più attuale e internazionale -ha detto Giuseppe Peraino, sindaco San Vito Lo Capo – San Vito Lo Capo e il festival che ne è il fiore all’occhiello rappresentano l’emblema di quella che è la Sicilia, una terra in cui regna la cultura dell’accoglienza e della pace verso tutti ma sempre nel rispetto delle regole”. Noemi, Boomdabash, Mahmood, DJ Ringo, Sasà Salvaggio e Sergio Vespertino sono alcuni degli ospiti di questa edizione ricca di eventi; ma andiamo, come nostra abitudine, al programma dettagliato, e in largo anticipo, per iniziare a farvi sognare, proiettandovi in questo luogo che non ha nulla da invidiare ai tanto citati Caraibi.

IL PROGRAMMA

Cous Cous Fest 2019

Venerdì 20 settembre si comincia con Noemi che farà tappa a San Vito Lo Capo con il suo “Blues & Love summer tour”, in cui la cantautrice romana, oltre a riproporre i suoi brani più celebri in chiave blues, spaziando dal funky al reggae, interpreterà le cover dei più grandi artisti internazionali di black music che hanno influenzato la sua carriera. “La black music è il mio primo amore – ha detto Noemi – e per questo motivo attraverserò l’Italia con un progetto live completamente nuovo in cui non mancheranno i pezzi di Janis Joplin, Wilson Pickett, Marvin Gaye, James Brown, Amy Winehouse, Bob Marley, Stevie Wonder e tanti altri che hanno avuto un importantissimo ruolo nei miei ascolti e nella formazione del mio gusto musicale. Ovviamente in scaletta inserirò anche i pezzi più famosi del mio repertorio riarrangiati in chiave blues”.

Cous Cous Fest 2019

Sabato 21 settembre sul palco i Boomdabash, una delle migliori band reggae italiane che farà cantare il pubblico con le hit dell’estate, da “Mambo salentino”, il featuring con Alessandra Amoroso, a “Per un milione”, il brano già certificato triplo disco di platino a cui è intitolata la loro tournée estiva, “Per un milione tour”. In questa nuova avventura live il gruppo salentino proporrà i pezzi dell’ultimo album “Barracuda – Predator Edition 2019” ma anche i maggiori successi, da “Portami con te” al “Il solito italiano”, senza dimenticare “Non ti dico no”, la canzone più trasmessa dalle radio italiane nel 2018.

Cous Cous Fest 2019

Domenica 22 settembre si ride con lo spettacolo del palermitano Sergio Vespertino, considerato uno dei migliori attori di teatro comico siciliano, che porterà sul palco della rassegna il meglio del suo repertorio. Grande monologhista, dall’umorismo fulminante, istrionico mattatore, inizia la sua carriera artistica con il quartetto dei “Treeunquarto”ma, dopo dieci, spicca il volo da solo lavorando con grandissimi nomi come Turi Ferro, Riccardo Garrone, Giulio Brogi, Tuccio Musumeci, Pippo Pattavina, Anna Malvica. Indimenticabile, per citarne due, in “La Mafia uccide solo d’estate” e in “Pazzo d’amore”, spettacolo scritto a quattro mani con Marco Pomar e con le musiche di Pierpaolo Petta alla fisarmonica.

Da lunedì 23 a giovedì 26 settembre, in piazza Santuario, spazio al cinema sotto le stelle del Sole Luna Doc Film Festival, la rassegna internazionale di cinema documentario organizzata dall’associazione Sole Luna – un ponte tra le culture, che proporrà sette proiezioni, ispirate ai temi dell’amicizia e dello scambio dei popoli, temi fondanti del festival.

Cous Cous Fest 2019

Giovedì 26 settembre una serata dedicata alla musica araba con il concerto di Issam Kamal, uno dei maggiori interpreti pop marocchini. Il concerto è realizzato in collaborazione con Theshukran, il social network fotografico rivelazione del mondo musulmano che quest’anno sarà al Cous Cous Fest con la sua co-fondatrice, Siham Lamoudni che affiancherà Federico Quaranta nella conduzione del Campionato del mondo del cous cous. Theshukran, tra letop app più scaricate in molti paesi tra cui Marocco, Egitto e Pakistan, racconterà i momenti più emozionanti del festival postando fotografie e video dell’evento.

Cous Cous Fest 2019

Venerdì 27 arriva Mahmood, pseudonimo di Alessandro Mahmood, noto per aver vinto il Festival di Sanremo 2019 con “Soldi”, con cui si è classificato secondo all’Eurovision Song Contest 2019, farà ballare il pubblico anche con l’ultimo successo “Calipso”. Il nome d’arte Mahnood è un gioco di parole tra il suo cognome e l’espressione inglese “my mood” (il mio stato d’animo), che rappresenta il progetto di portare la sua storia personale e, tutto se stesso con luci e ombre, all’interno dei suoi pezzi. Per il terzo anno consecutivo, quindi, San Vito Lo Capo ospita il vincitore del festival di Sanremo.

Cous Cous Fest 2019

Sabato 28 settembre una serata tutta “rock” dedicata ai giovani dal titolo “Oltre i muri”: DJ Ringo, conduttore di Virgin Radio, intervisterà Gino Strada, il fondatore di Emergency, il cuoco Filippo La Mantia, Enrica Spadafora, giovane imprenditrice impegnata nella produzione di vini naturali, e tanti altri ospiti. A seguire il concerto di Giuseppe Scarpato Power Trio, guidato dal musicista, produttore e compositore Giuseppe Scarpato, considerato uno dei migliori chitarristi rock blues in Italia. A chiudere la serata Ringo con un DJ Set all’insegna della musica rock.

Cous Cous Fest 2019

Domenica 29 settembre, la conclusione, con lo spettacolo “Ricette&risate” dello showman Sasà Salvaggio, comico, attore teatrale, conduttore e autore televisivo, speaker e imitatore che, quest’anno, inviato speciale del festival, proporrà sul palco un cous cous  condito con la sua strabordante simpatia. Tutti gli spettacoli, tra il palco in piazza Santuario e quello in spiaggia, sono gratuiti. San Vito Lo Capo è uno spettacolo di bellezza, gioia di vivere, divertimento, relax e benessere, che vi aspetta per coccolarvi, non solo in questo periodo dell’anno, ma sempre. Andare per credere.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Non aprite quella pentola…

Vi sono diverse variabili che interferiscono con la comunicazione fra individui. Il livello di intimità raggiunto e il linguaggio del rifiuto utilizzato possono contribuire alla percezione distorta dei fatti e alla creazione di pregiudizi ed equivoci. Tutto dà voce a quei pensieri che sono fuori dalla consapevolezza.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.