21 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.57

Nei centri storici dei paesi siciliani

Addio edifici diroccati, pericolanti o inagibili: pronto un ddl Ars per cederli gratis a chi fa restyling

7 Febbraio 2018

“Il futuro di ogni centro storico è il futuro dell’intera sua città”. Il Presidente del Collegio dei Questori all’ARS, Giorgio Assenza, cita il noto urbanista Gianni Porcellotti per annunciare la presentazione di un proprio disegno di legge volto proprio alla valorizzazione del patrimonio immobiliare dei nuclei dei paesi siciliani.

Così come già avviene nell’Agrigentino, a Cianciana e a Aragona, ove si è seguito l’input dato dall’attuale assessore Vittorio Sgarbi quando questi era sindaco a Salemi, i Municipi censiranno il patrimonio immobiliare inagibile e lo acquisiranno nel caso i legittimi proprietari non possano o non intendano ristrutturare, per cederlo a privati terzi (in alcuni casi, anche gratuitamente) i quali provvederanno entro tempi contingentati alla messa in sicurezza e al ripristino.

Giorgio Assenza
Giorgio Assenza

Edifici diroccati, pericolanti o comunque inagibili – spiega il deputato questore in Ars – si trasformeranno in breve, rivalutando insieme con se stessi il contesto paesistico-ambientale, in motori di sviluppo economico locale grazie al ripopolamento dei centri”.

Al momento, hanno intrapreso un percorso virtuoso in tal senso, se pur in assenza di una legge regionale che obblighi alla procedura, Aragona e Cianciana. Quest’ultimo paese, in particolar modo, è ormai conosciuto dentro e fuori i confini d’Italia per il grande afflusso di nostri connazionali e di stranieri che vi hanno già acquistato casa a un prezzo simbolico. La Regione istituirà a sua volta la Conferenza di servizio per l’esame dei progetti di intervento degli acquirenti, con rappresentanti dei Municipi interessati, della Soprintendenza, delle Asp e del Genio civile.

 “Il turismo di relazione, quindi – conclude Assenza – verrà rilanciato e, con esso, l’economia dei nostri Comuni (molti dei quali da tempo in crisi finanziaria) che vedranno riprender fiato alcuni comparti essenziali quali l’edilizia, l’artigiano e il commercio”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Ho Rivalutato la Dea Eupalla

Questa settimana i miei contatti sui social mi hanno visto molto partecipe delle vicende legate alla sorte della squadra di calcio della mia città dando l’impressione più di essere un contradaiolo che un pacifico e tranquillo ingegnere che periodicamente si passa il tempo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.