19 novembre 2017 - Ultimo aggiornamento alle 14.14
Dopo lo shock delle feste, evitare grassi e fritture

Tre settimane per ritrovare la forma perduta con tisane e minestroni

7 gennaio 2017

Gigi MangiaLa Befana vien di notte, con le scarpe tutte rotte, vien vestita da Befana, Viva, Viva la Befana.…e alla fine tutte le feste si porta via…

Sicuramente si porta via le vacanze e i cenoni, le giocate, le grandi bevute e le grandi mangiate e allora TUTTI impegnati a recuperare, vorremmo dimagrire in giornata, ma il freddo che incalza, ci spinge a mangiare ed a bere qualche bicchiere ancora, allora che fare ?

Ripartiamo dalle verdure, dai legumi, dalle zuppe, dalle minestre. Potremo usare le spezie, il peperoncino,  la curcuma, lo zenzero, ma niente grassi animali, poco olio e niente fritture, ma soprattutto vediamo di consumare almeno cinque pasti al giorno per mantenere sempre attivo il nostro metabolismo. Consumiamo un paio di tisane al giorno,  una depurativa e l’altra drenante e non eccediamo col caffè.

Importantissimo : almeno venti minuti al giorno dedicati alla ginnastica o a passeggiate  a buon ritmo. Seguendo questi consigli in poco più di tre settimane recupererete la Vostra forma fisica e acquisterete serenità e sicurezza in voi stessi.

Adesso una  ricetta per un menù salutista.

Ingredienti: 2 carote / 1 gambo di sedano / 4 zucchine /1 porro / 1 cipolla bianca / 1 manciata di fagiolini (se non sono italiani non li metto) / 1 mazzo di bietole / 1 manciata di spinaci / 1 mazzo di boragini (le foglie esterne di una lattuga) / 1/4 di cavolo / 1 fetta di zucca / 1 manciata di piselli freschi / 5-6 cucchiai di lenticchie / 80 g di secchi / 2 mazzi di basilico / pinoli / olio /  maltagliati, ditali o spaghetti spezzati

Mettete a bagno fagioli e lenticchie per una notte. Il giorno dopo pulite le verdure, e tagliatele a pezzi. Mettete sul fuoco un grosso pentolone d’acqua (circa 7-8 l) e quando bolle buttate le verdure e le lenticchie. Coprite per riportare al bollore, dopo di che, togliete il coperchio e fate cuocere a fiamma bassissima per un paio d’ore. Fate intiepidire e passate le verdure, potete anche frullarle ma io le preferisco al passaverdure. Sciacquate i fagioli, aggiungeteli alle verdure e riprendete la cottura sempre a fuoco bassissimo, col coperchio a metà, per almeno altre 2 ore e mezza; ricordate sempre che i fagioli hanno bisogno di una lunghissima e dolcissima cottura affinchè vengano eliminate le lectine, gli inibitori dell’ alfa-amilasi e le saponine. A questo punto il minestrone è pronto, aggiungete  sale e olio di frantoio e potreste anche servire così. Se però fate come me vi assicuro che non potrete più tornare indietro!!!! Pulite il basilico e frullatelo con i pinoli e l’olio  di frantoio, fate il pesto in poche parole. In un pentolino mettete il minestrone calcolando più o meno 2-3 mestoli a persona. Quando bolle aggiungete la pasta (50 g a persona) tipo ditali o spaghetti spezzati o se vi piace del riso, mescolando accuratamente. Quando la pasta è quasi cotta mettete il pesto,1 bel cucchiaio colmo a persona, mescolate, spegnete il fuoco e lasciate riposare qualche minuto,  sentirete che profumo e  buon appetito !

Il Vostro #cuocoperamico

Tag:
LiberiNobili di Laura Valenti
Una grande scoperta in neuroscienze: il fattore Mozart
Senza che ce ne rendiamo conto, la Scienza continua a evolvere, grazie a menti eccelse come quella di Vincenzo Galatro, docente, autore e ricercatore in Neuroscienze e Psicologia cognitiva, di fama internazionale, massimo esperto mondiale sul cervello di Mozart oltre che enfant prodige.
Il cielo di Paz di Mari Albanese
Me la sono cercata… Se rinascessi vorrei essere donna
Eppure questo pianeta non sembra amarci tanto. Non ci vogliono bene le politiche economiche che continuano a trattarci da “schiave”, il nostro lavoro continua ad essere sottopagato e nelle professioni più spiccatamente “maschili” abbiamo difficoltà ad affermarci.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...