15 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.46

La dichiarazione di Gero La Rocca

Ars, Giovani imprenditori: “La legge sulla semplificazione è fondamentale per le imprese”

15 Maggio 2019

Il testo di legge sulla semplificazione amministrativa approvato dall’Ars è un importante punto di partenza in una Sicilia che ha urgente necessità di riforme“, dice Gero La Rocca, presidente dei Giovani imprenditori siciliani di Confindustria.

Poter contare su un corpo normativo semplice e chiaro, su uffici efficienti, su tempi certi dei procedimenti con una maggiore responsabilità dei dirigenti cui spetta il controllo – aggiunge – è un passo fondamentale per rendere questa Regione attrattiva e competitiva. La legge introduce infatti importantissime norme a tutela di imprese e cittadini, troppo spesso oppressi da una parte di burocrazia bizantina e autoreferenziale che, se per una impresa strutturata rappresenta un problema, per un’impresa giovanile che deve ancora crescere rischia di diventare letale. È giusto che tutti abbiano coscienza del proprio ruolo, accettandone le relative responsabilità”.

Il nostro impegno – conclude – come gruppo regionale dei giovani di Confindustria è stato costante. Abbiamo analizzato con attenzione il testo e seguito l’iter istituzionale di approvazione, partecipando ai lavori della prima commissione Ars. Ringraziamo il governo regionale per aver risposta a una esigenza fondamentale manifestata dal mondo delle imprese. Auspichiamo che la fruttuosa apertura dimostrata verso i corpi intermedi e i giovani imprenditori continui in futuro nell’interesse del rilancio economico, culturale e sociale della nostra Isola“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Una Mattina Diversa

Carissimi, erano quasi le ore 20.00 quando al mio congestionato telefonino mi giunse una telefonata da un numero al quale non potevo non rispondere. La voce era quella del segretario particolare del segretario del grande capo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.