23 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.38

I lavori a Sala d'Ercole

Ars, si procede con interrogazioni e interpellanze sulla sanità in attesa del collegato

11 Marzo 2019

Ancora lontano dall’approdo in Aula il collegato alla finanziaria all’Ars, salvo sorprese. Mentre, infatti, si aspetta che in commissione Bilancio si trovi la quadra per varare il documento, Sala d’Ercole si occupa degli atti ispettivi.

Nella seduta di martedì 12 marzo la seduta dell’Assemblea regionale siciliana è in programma per le 16. L’ordine del giorno è scarno: “svolgimento di interrogazioni e interpellanze della rubrica Salute”. Si tratta della prosecuzione di quanto già iniziato la scorsa settimana, quando in Aula si è presentato l’assessore Ruggero Razza.

Precedentemente era toccato all’assessore alla Formazione professionale Roberto Lagalla dover rispondere agli atti ispettivi nella materia di sua competenza. Insomma, terza seduta dedicata a interrogazioni e interpellanze.

In commissione Bilancio, nel frattempo, i lavori procedono con la convocazione della seduta, sempre per martedì 12 marzo. Non senza qualche intoppo per la maggioranza. Durante l’ultima riunione, infatti, il Movimento 5 Stelle era riuscito a bloccare un maxiemendamento da 15 milioni di euro.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.