18 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 06.56
Palermo

a villa niscemi

Banda ultra larga in Sicilia, a Palermo la presentazione del “Digital day”

1 Ottobre 2018

Banda ultra larga in Sicilia, Data center regionale, digitalizzazione dei musei, Sportello digitale per il cittadino, cartella clinica e fascicolo sanitario elettronico. Sono solo alcuni degli interventi previsti dall’Agenda digitale siciliana che verranno illustrati durante il Digital day:  domani, alle 10, a Villa Malfitano.

La giornata affronterà le politiche regionali per la trasformazione digitale dell’Isola. In particolare, si discuterà del ruolo strategico della banda ultra larga in Sicilia, con il contributo di Infratel e Open Fiber, a partire dallo stato di avanzamento dei cantieri nei 390 Comuni.

musumeciAd aprire i lavori il presidente, Nello Musumeci e il vicepresidente della Regione siciliana Gaetano Armao. Introdurrà il convegno Maurizio Pirillo, dirigente generale dell’Autorità regionale Innovazione tecnologica, presiederà Riccardo Savona, presidente della commissione Bilancio dell’Ars.

Interverranno: Domenico Tudini, amministratore delegato di Infratel, Stefano Paggi di Open Fiber, Mario Alvano, segretario generale Anci Sicilia e Valerio Mele, coordinatore territoriale Anas Sicilia. Concluderà la prima sessione Bernadette Grasso, assessore regionale alle Autonomie locali e alla funzione pubblica.

Nel pomeriggio, la sessione “La strategia nazionale e regionale del digitale” sarà coordinata da Serafino Sorrenti, consulente regionale in materia digitale.

Dopo i saluti del presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, sono previsti gli interventi di Sebastiano Callari, assessore regionale ai Sistemi informativi del Friuli Venezia Giulia e coordinatore del Comitato delle Regioni, dell’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, di Cosimo Comella, Garante per la protezione dei dati personali, Daniela Maria Intravaia dell’Agenzia per l’Italia digitale e di Giuseppe Lo Re, docente di Ingegneria informatica all’Ateneo di Palermo.

Dopo un coffee break, la tavola rotonda sarà coordinata dal giornalista Giovanni Pepi. Interverranno: Elio Catania, presidente di Confindustria digitale, Salvatore Malandrino, regional manager di Unicredit, Fabio Fregi, country manager di Google Italia, Silvia Candiani, country manager di Microsoft Italia, Renato Di Donna, responsabile divisione progetti per la pubblica amministrazione di Consip, Emanuele Spampinato, vicepresidente di Assintel, Maria Astone, presidente Corecom Sicilia, Luigi Di Chiara, responsabile regionale di Rai Way, Francesco Caizzone, presidente Dih Sicilia, Andrea Falessi, direttore relazioni estere Open Fiber, Massimo Dell’Utri, amministratore di Sicilia Digitale e Francesco Benvegna del servizio Informatica dell’Ars. Concluderà i lavori il vicepresidente della Regione, Gaetano Armao.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.