7 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.37

Per il leader di Forza Italia serve un "piano Marshall". Musumeci d'accordo

Berlusconi “dimentica” di essere all’opposizione: “Il governo farà tanto per il Sud”

21 Settembre 2019

“La Sicilia è un’isola, non vorrei esagerare, sull’orlo di un suicidio: quindi se non si fa qualcosa di straordinario per la Sicilia viene fuori un problema enorme”. Lo afferma Silvio Berlusconi, che chiede un “piano Marshall” per il Meridione e fondi straordinari in particolare per la Sicilia.

Poi il Cavaliere, forse dimenticando che l’attuale esecutivo guidato da Giueppe Conte è formato da Pd, 5 Stelle e Leu e che Forza Italia è all’opposizione, afferma che quello attuale “è un governo che terrà molto presente il Mezzogiorno, cosa che il governo passato aveva completamente dimenticato. Ricordiamoci che il Mezzogiorno è fondamentale per far crescere tutta l’economia italiana”.

“Io sono stato ripetutamente in Sicilia, a fare campagne elettorali regionali”, aggiunge Berlusconi parlando con i giornalisti a margine della consegna del millesimo elicottero Aw139 di Leonardo.

“Esprimo soddisfazione per le parole con cui il presidente Berlusconi riconosce l’attualità e l’urgenza del Piano straordinario per la Sicilia e il Mezzogiorno che invoco da mesi. Questa Terra è stata massacrata e devastata da troppi che, a Palermo come a Roma, hanno tradito la fiducia degli elettori. Come se non bastasse è di questi giorni la notizia che il disavanzo accumulato in circa trent’anni è arrivato a oltre 7 miliardi di euro. Noi ci facciamo carico anche del risanamento, come mai accaduto nel passato. Ma lo Stato non può restare a guardare: vogliamo fatti”. Commenta così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, le dichiarazioni del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.