Pubblicità Contatti
domenica - 26 marzo 2017
 

Epruno - Il meglio della vita

Cinque minuti settimanali di allegria con Renzo Botindari.

Peppino, storpio, sognava una razza perfetta e combatteva “l’arte degenerata”

Peppino, io in questa casa ci sono già stato

E “il lavoro rese liberi” con un andare e venire di vagoni, ma la gente non voleva accorgersi che quei soggetti che suonavano erano soltanto dipinti.

0 condivisioni

Il Santino Elettorale

Non mettete foto con bambini, foto di gruppo, foto all’americana inneggianti al valore della famiglia, sareste poco credibili e poi non siamo in America.

0 condivisioni

Il vostro amico candidato sfigato avrà un po’ di tempo in più per accorgersene ed esattamente lo farà il giorno dopo le elezioni.

“No, non lo dire per favore”

Questo è il momento in cui a tavola ad esempio piomba un imbarazzante silenzio e finanche la TV decide in autonomia di abbassare il proprio volume.

0 condivisioni

Siamo tutti presenti, può iniziare il solito talk-show ante litteram generato dalla lettura a voce alta dei titoli

Attenti ai tagli fuori moda

Il signor Mario non certo intellettuale e con poche certezze lessicali interviene preoccupato “nun ni sta capiennu più niente”.

0 condivisioni

Kärntner è un’arteria di attraversamento molto elegante che con molta fantasia potrebbe somigliare a una via Maqueda

La Sicilia è un’isola……pedonale

Ipotizziamo di trasferire il “Ring” viennese a Palermo, dopo poche ore le macchine e gli immancabili TIR  ridurrebbero questo fantastico viale in un vicolo.

0 condivisioni

Operando in questa maniera quando potremo avere una reale crescita di questo contesto sociale e di conseguenza economico?

Non Essere

La scomparsa graduale degli “io sono”, relegati dall’organizzazione dietro le linee a vantaggio degli effimeri che “si sentono qualcosa”.

0 condivisioni

E che dire dei presidi manager odierni, alla mia epoca la parola preside era un tabù

Dalla campanella al badge

Prima la scuola, oggi sul lavoro, avendo conosciuto il badge, l’unica ansia per chi ci controlla è il rispetto della “strisciata” di ingesso e d’uscita.

0 condivisioni

La stravagante rassegna stampa dal barbiere

via Ruggiero Settimo

Ruggero Settimo di che dinastia era?

L’argomento del giorno è stato come sempre lanciato dai titoli dalla pagina del quotidiano locale, lette ad alta voce, dall’attempato Rag. Lo Stimolo.

0 condivisioni

La tentazione sarebbe quella di consultare le tabelle di “Il Sole 24 Ore" ma si troverebbero implicazioni economiche e finanziarie che rendono più complessa la valutazione

Cosa mi manca per essere felice in questa città

Abbiamo la sede di uno dei parlamenti più antichi al mondo, dove per entrare a visitare la sua assemblea si è costretti a indossare la cravatta.

0 condivisioni

Il Gattopardo comprerebbe l’abbonamento per un posto in tribuna, il numero uno, il più caro, per lasciarlo ogni domenica vuoto

Il Gattopardo siederebbe in tribuna autorità?

Mi sono chiesto “se oggi fosse vivo il Gattopardo, siederebbe in tribuna autorità?” Per non offendere nessuno, prendo a prestito il principe di Salina.

0 condivisioni

Ho nostalgia dei tempi in cui si pareggiava

Da una parte questi pochi “unti dal signore”, dall’altra, i perdenti che avevano puntato tutto su quelle regole morali di base della convivenza civile.

0 condivisioni

Cosa spinge il cittadino a comprare un SUV per circolare invece di una smart car?

Siamo tutti possidenti terrieri?

Scusate, ma questo transatlantico posteggiato qua davanti in prima fila appartiene a qualcuno di voi? Perché va bene che ci sono le strisce blu, ma questo signore se si spostasse qualche centimetro mi permetterebbe con la mia 500 di poter posteggiare”.

0 condivisioni

La “generazione del principe Carlo” che non regnò mai.

“Dio Salvi la Regina”

Carissimi, “Dio Salvi la Regina!” A questa affermazione il compianto Bud Spencer rispondeva in una delle sue divertenti interpretazioni: “Perché, sta male?

0 condivisioni

Quante volte abbiamo sentito ripeterci che la persona che cercavamo non poteva esser disturbata?

Meno male che c’è Mario

Quante volte abbiamo sentito ripeterci dalla solerte segretaria davanti a una porta chiusa che la persona che cercavamo era impegnata in una riunione e non poteva esser disturbata?

0 condivisioni

Nel giorno in calendario fissato in arancione, l’uomo della città “tutto porto” non transige

Da dove viene tanta devozione?

In una giornata nella quale tutte le centraline cittadine per il controllo ambientale sono andate in crisi per l’elevata presenza degli effluvi di frittura nell’aria, mi chiedo come ogni anno: “Da dove viene tanta devozione?”

0 condivisioni
Digitrend s.r.l