Pubblicità Contatti
mercoledì - 28 giugno 2017
 

Il cielo di Paz

Il blog di Mari Albanese

Il cielo di paz

La Politica è una cosa seria

Non ci serviva caro Ismaele, proprio non ne avevamo bisogno del tuo diletto giornalistico per narrare le gesta panormite. La caricatura a cui ti sei sottoposto servirà solo a mortificare la tua generazione, incapace di occuparsi seriamente dei problemi

0 condivisioni

il cielo di paz

Una sinistra è ancora possibile: provare a esserci per interpretare le sfide del nostro tempo

Per costruire una sinistra che incarni il presente non serve guardare nostalgicamente al passato, se quel passato non riusciamo a declinarlo in nuove battaglie, ma farsi portavoce delle grandi battaglie sociali e dei conflitti in atto

0 condivisioni

il cielo di paz

Il maggio palermitano sa di gelsi e zagara

È un viaggio che ci narra l’eccezionalità di alcune vite. Ed è la storia di Antonio Montinaro, Vito Schifano e Rocco Dicillo, gli agenti di scorta di Giovanni Falcone e Francesca Morvillo.

0 condivisioni

il cielo di paz

Goodbye Lenin o arrivederci tristezza, che differenza fa in un mondo che cambia?

Vivevamo nel formicaio e non ne eravamo coscienti, mentre la polvere della città sommergeva i libri e lo slancio. Ce ne andavamo in agosto da soli, sulle vespe per via Roma, che era bellissima in uno spazio infinitamente lontano. Che ne potevamo sapere che quel tempo non sarebbe tornato più?

0 condivisioni

Il Cielo di Paz

Mussu, panelle, cazzilli, stigghiola, meusa e frittola: benvenuti nel regno del cibo di strada

Bancarelle improvvisate, carretti volanti, camioncini, tavoli per la strada, tovaglie a quadri, olio di semi, fritture, bracieri, ceste piene di strane prelibatezze. Benvenuti a Palermo dove c’è chi se la gode ad ogni ora del giorno gustando un succulento cibo di strada.

0 condivisioni

il cielo di paz

Sei nata di marzo

Sei nata di marzo. Venuta fuori dalla placenta profumata di mamma. Non so se ne avevi voglia, piccola Miriam

0 condivisioni

Il cielo di Paz

Le belle donne del Capo o di una Palermo farcita di luoghi comuni

Belle donne al mercato del Capo di Palermo, tra le bancarelle di pesce e verdura incastonate tra palazzi fatiscenti e chiese barocche che lasciano senza fiato. Modelle che si aggirano tra gli avventori e i venditori di uno dei mercati più affascinati della città, dove il tempo sembra essersi fermato, sospeso come un sospiro in un passato che non vuol passare.

0 condivisioni

Il cielo di Paz

Il tema delle donne dell’Est e la nostra demagogica indignazione quotidiana

Ogni tanto in Italia abbiamo bisogno di indignarci per poi ritornare a mettere la testa sotto la sabbia.

0 condivisioni

La città vuole voltare pagina e tornare alla routine quotidiana

marcello cimino clochard - giuseppe pecoraro

L’omicidio di Marcello Cimino e le due Palermo che non s’incontreranno mai

Palermo è una città calda e accogliente, aperta. Capace di scendere in piazza per mostrare solidarietà e voltarsi dall’altra parte il giorno successivo.

0 condivisioni

Nasce “Il cielo di Paz”, il nuovo blog di Mari Albanese

Il cielo è uguale per tutti? Questa dimensione eterea, iperuranica e assieme reale che da sempre ammanta le cose umane e le colora di sentimenti ed emozioni. È una metafora dell’esistente

0 condivisioni
.Digitrend s.r.l