Pubblicità Contatti
venerdì - 18 agosto 2017
 

. Rosso & Nero .

Rosso & Nero

Rosso & Nero

Angelino & Silvio, la “strana coppia” ci riprova dalla Sicilia

Sì sa che i veri amori non tramontano mai. Lo devono aver pensato anche Angelino Alfano e Silvio Berlusconi che – guarda caso – alla vigilia delle elezioni regionali siciliane e all’antivigilia di quelle nazionali tornano a flirtare politicamente.

0 condivisioni

Rosso & Nero

“Mi candido a presidente della Regione…” È vero o è la solita bufala?

In queste settimane e soprattutto, nelle ultime ore, è sensibilmente aumentato il numero di coloro che hanno annunciato la propria candidatura a presidente della Regione Siciliana.

0 condivisioni

Il ricordo dell'eccidio di venticinque anni fa

Il ricordo di via D’Amelio, alle lacrime associamo l’orgoglio e la certezza di una terra che non torna indietro

Il venticinquesimo anniversario della strage di Via D’Amelio sarà, come ogni anno, occasione per passerelle più o meno ipocrite, ma anche momento di riflessione sul fenomeno mafioso.

0 condivisioni

L’inutile polemica sul fascismo per nascondere i veri pericoli

Il Pd Fiano tira fuori dal cilindro una proposta di legge inutile buona solo a distogliere l’opinione pubblica dai provvedimenti governativi in favore delle banche e delle multinazionali del farmaco.

0 condivisioni

Rosso & Nero

Caso Contrada, la Cassazione chiude una pagina nera della giustizia italiana

Lo aveva detto la Corte europea dei diritti dell’uomo già nel 2015, lo hanno ribadito adesso i giudici della Cassazione: nessuno può essere processato per un reato che al momento in cui si sono svolti i fatti contestati non esiste. E infatti, questo è quanto accaduto con Bruno Contrada.

0 condivisioni

Se il Pd considera quella di Crocetta un’esperienza chiusa, esca dal governo regionale e ritiri i suoi assessori

Le affermazioni di Rosato che di fatto ha scaricato l’attuale governatore dovrebbero avere come conseguenza l’uscita dei Dem dalla giunta della Regione Siciliana. Ma nell’Isola è tempo di bizantinismi

0 condivisioni

Rosso & Nero

Da Giorgio Ciaccio un gesto nobile che restituisce dignità alla Politica

La sua decisione di dimettersi da deputato regionale all’Ars una volta appresa la notizia del rinvio a giudizio per il caso “firme false”, è un gesto nobile, che restituisce alla Politica quell’etica che dovrebbe sempre essere alla base di ogni azione

0 condivisioni

L'attuale presidente del Senato verso la candidatura?

Verso le regionali: dietro Grasso il vuoto dell’assenza di un programma e la solita fame di poltrone

Il Pd, responsabile dello sfacelo di questi anni, continua a proporre il suo nome quale prossimo presidente della Regione, ma non indica uno straccio di programma da sottoporre ai Siciliani

0 condivisioni

dati delle urne che devono far riflettere

Il voto amministrativo è un segnale in vista delle Regionali e un campanello d’allarme per i 5 Stelle

Il Movimento 5 Stelle, dato per favorito in vista del prossimo voto di autunno, in questa consultazione comunale ha subito un’indubbia batosta. Dovrà ripartire facendo tesoro degli errori compiuti

0 condivisioni

Il tonfo di un'inchiesta che aveva molto fatto parlare di sé

Spese pazze all’Ars? Ma quando mai. La cassazione proscioglie tutti: evidentemente i pazzi siamo noi cittadini

Spese pazze all’Ars? Ma quando mai. Se lo sarà sognato qualcuno. E così, dopo anni di processi e controprocessi si sgonfia uno di quegli scandali che per mesi aveva riempito con fiumi d’inchiostro le colonne dei giornali

0 condivisioni

l'intervento del magistrato al convegno pentastellato

Movimento 5 Stelle: prove tecniche di governo e il pm Di Matteo non chiude la porta

Le elezioni politiche si avvicinano e il fatto che si possa votare subito dopo l’estate fa fare un’accelerazione alle forze politiche. E un colpo di acceleratore non indifferente l’ha dato in queste ore il Movimento 5 Stelle

0 condivisioni

Il nulla cosmico al G7 di Taormina. Demagogia sul terrorismo, terrore sul clima e compromessi sui migranti

Dichiarazioni d’intenti inutili? Sì, almeno a giudicare dalle politiche concretamente messe in campo. E così, rischia di tramutarsi in una vuota dichiarazione di principi l’accordo raggiunto a Taormina fra i sette potenti in merito al terrorismo.

0 condivisioni
.Digitrend s.r.l