14 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.48
Palermo

dopo la sentenza a sfavore dei rosanero

Calcio, Palermo in Serie C: ecco i possibili scenari futuri

14 Maggio 2019

L’U.S. Città di Palermo retrocesso in Serie C: questo è il verdetto del Tribunale Nazionale Federale, primo grado di giudizio della giustizia sportiva. E’ stata accolta, quindi, la tesi della procura secondo cui la società rosanero avrebbe alterato i bilanci nel periodo fra il 2014 e il 2017.

Nel frattempo, la Lega di Serie B si è riunita d’urgenza nella giornata di ieri per decidere il da farsi, il che si è concretizzato nella decisione di rendere esecutiva la sentenza e di annullare i play-out, salvando così la Salernitana e retrocedendo comunque il Foggia. Per quanto riguarda i play-off, il Perugia avanza al nono posto e giocherà, almeno per il momento, il primo turno dei play-off contro l’Hellas Verona sabato 18 Maggio.

La tempistica della decisione appare strana, così come il contenuto della stessa. Pur essendo vero che la velocità e la tempestività della giustizia sportiva rappresentano un esempio per l’ordinamento sportivo, dovremmo ricordarci tutti che viviamo in uno stato garantista, che non condanna nessuno fino al terzo grado di giudizio. Dichiarare esecutiva una sentenza sapendo la gravità della questione e la posta in gioco sul tavolo, espone tutti all’ennesima estate di polemiche italiana.

Il Palermo e il Foggia hanno deciso di presentare ricorso al TAR al fine di ottenere la sospensiva dell’esecutività della decisione della Lega, attendendo così il secondo grado della giustizia sportiva. Intervenuto ieri sera in diretta telefonica su SportItalia, Rino Foschi si è mostrato furibondo nei confronti della Lega di B: “Hanno giocato sul lavoro professionale di una città come Palermo, hanno fatto i loro comodi. Andiamo a vedere chi sono i consiglieri che hanno deciso questa cosa qui, non aspettando nemmeno il secondo grado, annullando i play-out. E’ una cosa scandalosa!“.

Gli scenari che si aprono per il Palermo sono vari, sia per il breve termine che per il lungo. Per quanto riguarda l’immediato futuro, se il TAR decidesse di accettare il ricorso della società rosanero  i play-off potrebbero comunque slittare, aprendo così uno spiraglio alle speranze play-off della società rosanero. Se il Tar dovesse invece respingere le richieste di Palermo e Foggia, i play-off avrebbero inizio, lasciando così pochi margini di manovra.

I dubbi dei tifosi rosanero riguardano anche le possibili mosse della nuova proprietà, ovvero di Arkus. Il presidente del Palermo, Alessandro Albanese, si è detto ieri sereno relativamente alle vicende giudiziarie che hanno vista coinvolta la società di viale del Fante. Tuttavia la nuova proprietà, di certo, non avrebbe mai pensato di ritrovarsi a giocare la Lega Pro, quando le aspirazioni iniziali erano ben altre. Che si aprano le porte a nuovi colpi di scena?

 

LEGGI ANCHE:

Calcio, Zamparini si salva, il Palermo no. Rosanero retrocessi in serie C

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Una Mattina Diversa

Carissimi, erano quasi le ore 20.00 quando al mio congestionato telefonino mi giunse una telefonata da un numero al quale non potevo non rispondere. La voce era quella del segretario particolare del segretario del grande capo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.