18 febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 16.10
Catania

Interviene il Codacons per presentare esposto

Catania, sanità: al pronto soccorso di Acireale farmaco sbagliato per una paziente.

16 gennaio 2018

Per curare un forte dolore toracico e fitte dovute ad una bronchite, un medico del pronto soccorso dell’ospedale “Santa Marta e Santa Venera” di Acireale avrebbe somministrato ad una donna che era stata operata per menigioma con ricostruzione della teca cranica e che era stata sottoposta ad una terapia stereotassica un farmaco controindicato in questi casi e che avrebbe causato alla paziente gravi conseguenze.

Lo afferma il Codacons, al quale la donna si è rivolta per presentare un esposto alla Procura della Repubblica per lesioni personali colpose in ambito sanitario attraverso il dirigente dell’Ufficio Legale Regionale dell’associazione, Carmelo Sardella.

Dopo la somministrazione del farmaco la donna avrebbe iniziato a sudare e ad accusare forti tremori al corpo, nausea e vomito ma sarebbe
stata dimessa con una prognosi di sette giorni. Giunta a casa avrebbe accusato capogiri, tremori, perdita della percezione spaziale e dell’equilibrio, impossibilità alla deglutizione, rialzi pressori, tutti sintomi che l’indomani sono aumentati tanto da farla riaccompagnare nell’ospedale di Acireale.

“Al triage – sottolinea il Codacons – si sarebbero resi subito conto della situazione e avrebbero sottoposto la donna ad una terapia reidratante. La paziente sarebbe stata poi dimessa senza terapia nonostante la pressione alta e ancora oggi sarebbe costretta a seguire una terapia ed a convivere con improvvise perdite di percezione spaziale e dell’equilibrio, rialzi pressori, tremori e mancamenti”.

Tag:
Rosso di sera di Elio Sanfilippo
Ricordo di Bettino Craxi
L’anniversario della scomparsa di Bettino Craxi, avvenuto la scorsa settimana, non ha avuto alcun momento significativo nel ricordare una personalità rilevante che, senza nascondere errori e contraddizioni, fu protagonista importante dell’ultima fase di quella che viene definita comunemente la Prima Repubblica, segnata, peraltro, da avvenimenti drammatici.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...