10 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.35
Trapani

La prima è stata collocata a piazza Municipio

Collocate dieci poltrone da teatro nel centro storico di Trapani: l’iniziativa dell’Ente Luglio Musicale

10 Luglio 2019

L’assessore al turismo, Cultura ed Eventi del Comune di Trapani, Rosalia D’Alì, il consigliere delegato dell’Ente Luglio Musicale, Silvio Ceccaroni, il direttore artistico, Giovanni De Santis e alcuni cittadini hanno preso parte all’inaugurazione delle poltrone da teatro.

La prima è stata collocata a piazza Municipio. Ogni poltrona ha come sfondo un pannello grafico con la campagna di comunicazione “Il tuo posto a teatro”, il cartellone della 71ª stagione lirica dell’Ente Luglio Musicale Trapanese e gli appuntamenti della rassegna letteraria “Inchiostro d’autore”. Il “fortunato” che si siederà diventerà parte dell’immagine. I primi tre che invieranno sul profilo Facebook dell’Ente la propria foto, che li ritrae seduti sulla poltrona, riceveranno un biglietto gratuito per un’opera del cartellone.

Il progetto è stato ideato e realizzato dalla divisione Marketing e Comunicazione dell’Ente Luglio Musicale Trapanese in collaborazione con il reparto tecnico.

Il Luglio Musicale ha deciso, quest’anno, di affiancare alle forme più tradizionali di promozione per promuovere il suo brand anche metodi non convenzionali affrontando il mondo della comunicazione attraverso una campagna di guerrilla marketing che darà maggiore efficacia agli eventi, facendo testimonial chi si siederà.

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.