16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.39
Palermo

Durante l'assemblea annuale

Comitati Civici, cambio al vertice: è Cusumano il nuovo presidente

20 Gennaio 2019

Si è svolta, nel teatro Agricantus di Palermo, l’annuale assemblea dei soci dei Comitati Civici.

giulio cusumanoNel corso della partecipata assemblea, erano presenti il professore Gianni Nanfa, Nino Parrucca, Mario Pupella, Roberto Gambino, Angela Mattarella Fundaro, Lollo Franco, nonché Orazio Bottiglieri (già consigliere comunale e oggi proprietario dei Teatri Colosseum e Lux).

Durante l’incontro, oltre a essere rinnovato il direttivo, sono state stabilite le priorità programmatiche da perseguire durante il prossimo anno sociale: grande attenzione è stata posta verso le tematiche cittadine legate alla mobilità ed all’ambiente, ma particolare cura  negli eventi ed iniziative future sarà data anche a tutte le tematiche legate al sociale ed al sostegno delle fasce più disagiate della popolazione.

L’assemblea dei soci ha eletto per acclamazione il nuovo Direttivo, composto da Claudio Castronovo, Daniele Chiovaro, Giulio Cusumano, Fabio Pernice e Rosaria Vinciguerra e, tra essi, nominato il nuovo Presidente Giulio Cusumano, attuale consigliere comunale, che succede al presidente uscente Leonardo Canto.

consiglio comunale palermo
Giulio Cusumano

Il Movimento, rinnovato nelle cariche, forte del risultato ottenuto alle scorse amministrative del Comune di Palermo, intende strutturarsi in questo 2019 in tutti i 25 quartieri del capoluogo siciliano e nei paesi della provincia, nominando a tal fine i “responsabili di comitato”, per ognuno dei 25 quartieri cittadini e gli 81 comuni della provincia.

Il neo presidente Giulio Cusumano, a margine dell’assemblea, ha dichiarato: “Sono onorato dell’incarico e della fiducia che mi è stata riconosciuta quest’oggi. Mi impegnerò quotidianamente per il raggiungimento degli obiettivi preposti, con la consapevolezza di mantenere al centro il grande amore per la nostra Palermo. Non posso che ringraziare inoltre – prosegue Cusumano – i soci fondatori del movimento per la fiducia risposta in me e per aver fatto proprie le mie decennali politiche in favore dell’affido familiare, degli incentivi ai presidi culturali cittadini, dell’inserimento lavorativo dei ragazzi disabili, del turismo in città”.

 

LEGGI ANCHE:

Grandi manovre nella politica palermitana? Giulio Cusumano aderisce a +Europa, anzi no

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.