18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.32

Comune di Palermo, Figuccia: “Privatizzazioni all’orizzonte, Orlando non sa più come far quadrare i conti”

13 Ottobre 2018

Mentre ancora si discute in aula sul consuntivo 2017 si fa avanti a piccoli passi il bilancio di previsione 2018“, afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale Udc, che aggiunge: “Un bilancio lacrime e sangue che colpirà i cittadini, con una pressione fiscale alle stelle e in cui il professore non sa più cosa fare per far quadrare i conti al punto da prendere in prestito l’idea del celebre ‘Totò’ di vendere ciò che non è suo”.

La Figuccia parla nello specifico dell’ipotesi di vendere circa 223 immobili comunali e di concederne a privati altri 53, come la piscina o lo Stadio delle Palme, fra i più significativi.

Se non ci fosse da piangere, verrebbe quasi da sorridere – continua Sabrina Figuccia – ripensando al celebre film del Principe De Curtis, che interpreta il ruolo di un simpatico venditore della Fontana di Trevi. Peccato che in questo caso ci troviamo di fronte ad un uomo, Sindaco per la sua quinta volta a Palermo che forse si è ormai convinto di esserne il ‘padrone’. Sembra inoltre quasi superfluo parlare di come questa scelta risulti in totale contrapposizione con la filosofia sbandierata dal sindaco, almeno a parole, contrario alla privatizzazione dei servizi pubblici, proprio come previsto dal manifesto dei valori di quel partito di cui Orlando custodisce gelosamente la tessera nel suo taschino destro”.

Chissà poi cosa ne penseranno i suoi compagni di estrema sinistra – conclude il consigliere comunale – da sempre impegnati contro la privatizzazione dei beni pubblici, ma forse il prossimo rimpasto di giunta aiuterà a mandare giù qualche amaro ‘boccone ideologico’”.

LEGGI ANCHE:

Bilancio comunale a Palermo, Figuccia: “Inaccettabili le minacce di Orlando ai revisori”

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.