17 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.27

L'1 maggio adunata dei primi cittadini

De Luca si autosospende: “Ora la marcia dei sindaci” | Video

10 Aprile 2019

 

Guarda il video in alto

Cateno De Luca non arretra nel braccio di ferro con il Governo nazionale per salvare l’ex Provincia regionale di Messina e annuncia una protesta clamorosa. Il sindaco metropolitano ha infatti comunicato la sua autosospensione dal vertice dell’ente di Palazzo dei Leoni. “Ora basta, andrò dal Prefetto e consegnerò la fascia di sindaco della Città metropolitana. Ho deciso che mi autosospenderò perchè in questo momento subiamo ogni giorno la mortificazione dello Stato”, ha detto De Luca.

De Luca si autosospende e già prepara adesso una marcia di protesta dei sindaci messinesi verso la Prefettura: “Con tutti i colleghi sindaci del messinese, siamo giunti alla conclusione che è arrivato il momento di reagire e interrompere l’assordante silenzio circa i finanziamenti statali destinati alle ex province siciliane. Il 1 maggio, alle ore 9, ci riuniremo in piazza Duomo a Messina per una marcia di protesta verso la Prefettura. Lì, consegnerò la mia fascia di sindaco della Città metropolitana e mi autosospenderò dalle funzioni”.

“Si ricorda che il Sottosegretario Villarosa si era impegnato ad assicurare risorse aggiuntive per le ex province – continua De Luca -. La realtà però è ben diversa: solo 100 milioni, che tra l’altro erano già stati assegnati, utili solo a ripianare il disavanzo del 2018, lasciando scoperto il bilancio 2019, che purtroppo non può essere approvato. Non siamo più nelle condizioni di giustificare questo abbandono – continua il primo cittadino di Messina – e soprattutto, di sopportare l’umiliazione a causa dell’assenza dello Stato, nella persona del sottosegretario all’economia, Alessio Villarosa”.

“Abbiamo – conclude De Luca oltre 400 milioni di investimenti fermi; abbiamo strade insicure e scuole fatiscenti. Non ci stiamo: è il momento di reagire. Chiediamo al Governo Regionale di prendere una netta posizione perché tale silenzio non è comprensibile”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Cos’è il matrimonio?

Nel matrimonio è assolutamente sbagliato restare insieme a tutti i costi. Le liti possono essere campanelli di allarme prima del disastro e delle tragedie conseguenti a separazioni dettate dall’odio e dalla frustrazione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.