13 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.21
Palermo

il vicepremier pentastellato

Di Maio: “In arrivo carte di credito per il reddito cittadinanza”

24 Novembre 2018

Il ministro dello sviluppo economico e del lavoro, Luigi Di Maio è al Cantiere navale di Palermo per ascoltare Fim, Fiom e Uilm, insieme ai lavoratori. I sindacati chiedono risposte e soluzioni sulla mancata realizzazione di opere e infrastrutture di riqualificazione, sui carichi di lavoro e sul futuro dello stabilimento.

Il vicepremier pentastellato ha prima risposto sulle eventuali modifiche alla manovra richieste da Bruxelles: “Su reddito di cittadinanza e riforma Fornero a quota 100 non è ipotizzabile alcuna riduzione della platea. C’è la legge di bilancio. È chiaro che stiamo portando avanti il progetto di creare le carte di credito, che funzioneranno come le normali carte, per 5-6 milioni di italiani: lo devono sapere il reddito di cittadinanza sta per arrivare.

Di Maio e SalviniMentre sui rapporti con il leader della Lega Matteo Salvini, Di Maio risponde così: Ci fidiamo ciecamente l’uno dell’altro, lavoriamo fianco a fianco: poi c’è sempre questo racconto che lui fa le cose per fregare me e io per parare le sue fregature. Ma non è cosi. Ci sentiamo dieci volte al giorno, non ho motivo di dubitare di lui“.

Sulla questione della viabilità in Sicilia, invece serve un commissario straordinario all’emergenza strade provinciali, perché la viabilità è fondamentale per lo sviluppo di questa Regione. Mi aspetto dal presidente Musumeci che possa fare il prima possibile la richiesta per la nomina di questo commissario. Noi siamo pronti, i soldi ci sono per sistemare le strade della Sicilia. Con le procedure ordinarie è molto complicato”.

di maio alla fincantieriPoi, nello stabilimento di Palermo Di Maio incontra il management della Fincantieri“Le aziende di Stato nel Sud hanno una funzione anche di tipo sociale, per cui in queste aree gli investimenti devono aumentare. Sono qui oggi per dire questo”.

 

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.