19 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.50
Palermo

Il futuro dell'ex polo industriale

Di Maio a Termini Imerese striglia l’ex Fiat: “Fca deve fare la sua parte” | video

23 Febbraio 2019

Fca deve fare la sua parte a Termini Imerese, perché è vero che ha deciso di andare via nel 2009 ma si è impegnata a garantire la transizione attraverso Blutec, azienda che è fornitrice di Fiat da tanti anni“. Queste le parole del vice premier Luigi Di Maio, intervenuto nel municipio di Termini Imerese ad un incontro al quale hanno presenziato anche il sindaco Francesco Giunta e il presidente della Regione Nello Musumeci, i primi cittadini del territorio e i sindacati.

Di Maio ha dato rassicurazioni sulla cassa integrazione: “Entro le prossime settimane erogheremo gli ammortizzatori sociali fino a giugno“. Il vicepresidente del Consiglio ha affermato che il “caso Blutec non è solo una vertenza, è una questione di rispetto dello Stato” e ha annunciato che Il 5 marzo si terrà al Mise un tavolo perché “l’azienda deve rispettare gli impegni visto che abbiamo erogato fondi“.

Di Maio è intervenuto anche sulla possibilità che Honda e Nissan arrivino nello stabilimento siciliano: “Datemi il tempo di verificarle: nelle prossime settimane incontrerò soggetti economici che stanno mostrando interesse per l’Italia a causa della Brexit“.

Ma il vicepresidente ha anche toccato argomenti di respiro nazionale, parlando anche del reddito di cittadinanza, sul quale ha annunciato una stretta sui cambi di residenza: “Abbiamo visto che c’erano leggende metropolitane sui cambi di residenza per potere accedere al reddito di cittadinanza – ha detto – Abbiamo stabilito che i cambi di residenza nei tre mesi precedenti non sono validi per evitare che qualcuno ne approfitti. Abbiamo evitato che qualcuno potesse macchiare il programma del reddito di cittadinanza”.

Infine, Di Maio ha allontanato l’ipotesi di crisi di governo: “Non sono d’accordo con la valutazione che fa la Fitch che ci possano essere elezioni anticipate dopo le europee”.

Anche il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha incontrato i sindaci dell’area Termitana per parlare del rilancio e dello sviluppo industriale. Presente alla riunione, che si é tenuta nel municipio di Termini Imerese, anche l’assessore alle Attività produttive Mimmo Turano. Il Tavolo si riunirà a Palazzo d’Orleans dopo il 5 marzo, data dell’incontro al ministero per lo Sviluppo economico sulla vertenza Blutec.

Sono a Termini Imerese insieme al sindaco, Francesco Giunta, perché come promesso sono venuto a occuparmi della Blutec da vicino.

Pubblicato da Luigi Di Maio su Sabato 23 febbraio 2019

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Rimembranze in un caldo giorno di luglio

Quando in giornate come queste si perdono o si commemorano personaggi di grande spessore personalmente non mi sento solo per la loro assenza, ma mi sento solo per la mancanza all’orizzonte di personaggi con potenzialità tali da eguagliarne lo spessore.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.