22 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.11
Palermo

Lo dice il sindaco Rosario Petta

Diritto allo studio, Piana degli Albanesi: “Salvaguardare comunità Arbëreshë di Sicilia”

6 Giugno 2019
'
'
'

Il sindaco di Piana degli Albanesi (PA) Rosario Petta commenta positivamente la legge sul diritto allo studio approvata ieri all’Ars: “Cinque giugno 2019: storica giornata, approvata Legge Regionale sul diritto allo studio, finalmente gli studenti siciliani avranno una legge con la quale viene colmato un vuoto storico nell’ordinamento legislativo regionale. La Sicilia era una delle poche Regioni italiane a non avere mai approvato una normativa organica in questo settore determinando forti squilibri nell’accesso ai servizi da parte degli studenti dell’Isola. Una legge che finalmente disciplina, in una logica di continuità, il percorso formativo dei nostri giovani”.

Uno specifico articolo della legge – prosegue Petta – “prevede la Salvaguardia dell’identità linguistica e culturale delle comunità Arbëreshë di Sicilia. Un obiettivo importante per le nostre storiche comunità Arbëreshë di Sicilia.

Ringrazio il Governo Regionale, l’Assessore Lagalla, l’Assemblea Regionale con il Presidente Miccichè ed i colleghi Sindaci dei comuni Arbëreshë dell’Unione Besa: Contessa Entellina, Mezzojuso, Palazzo Adriano e Santa Cristina Gela. La sinergia tra le istituzioni ha dato una svolta per il raggiungimento di un riconoscimento per le nostre comunità legate dal vincolo Storico dell’appartenenza culturale, linguistica e ideologica”.

 

LEGGI ANCHE:

L’Ars approva la legge sul diritto allo studio

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.