18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.55
Trapani

La simulazione giovedì 20 dicembre

Disastro aereo a Birgi: ma è una esercitazione aeroportuale per testare i soccorsi| Foto

21 Dicembre 2018
'
'
'
'
'

Fumo e fiamme che avvolgono la fusoliera, 46 feriti e 4 morti. È il tragico bilancio dell’incidente accaduto all’aeroporto di Birgi, giovedì 20 dicembre alle ore 21,46 per la simulazione di un vero e proprio disastro aereo. Una esercitazione di verifica dei piani di emergenza aeroportuale che periodicamente l’Enac, l’ente nazionale aviazione civile, richiede agli scali.

«Si tratta di prove periodiche che dobbiamo fare per verificare la sicurezza in casi di emergenza – dichiara Michele Bufo, accountable manager di Airgest – . La simulazione di un incidente serve per testare la prontezza e l’efficienza della macchina dei soccorsi».

A causare il tutto, secondo la finzione messa in atto, un guasto idraulico al carrello anteriore, durante la fase di atterraggio di un aereo in arrivo con 54 persone, tra studenti e docenti dell’istituto tecnico Aeronautico di Trapani.

Sulla pista sono intervenuti per primi i Vigili del Fuoco, sia dell’aerostazione sia dell’aeronautica militare, perché tra i due enti è stata stipulata una convenzione proprio per il soccorso in caso di emergenza aeroportuale e, quindi, il presidio della postazione sanitaria aeroportuale, le ambulanze, la polizia e i carabinieri.

La simulazione, completa in ogni dettaglio, ha previsto anche l’arrivo dei parenti dei passeggeri, avvertiti dalle autorità portuali, che una volta arrivati sono stati assistiti dal personale medico e da psicologi.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.