20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.44
Palermo

Alla foce del Fiume Nocella

Disastro ambientale nel Palermitano, la Regione: “Individueremo i responsabili”

12 Settembre 2018

Il disastro ambientale nella baia di San Cataldo, una insenatura costiera situata tra i Comuni di Terrasini e Trappeto (nel Palermitano), documentato dal servizio de ilSicilia.it (LEGGI QUI) è stata una delle notizie più lette e condivise sui social nelle ultime settimane. Forse anche per questo, dalla Regione arrivano i primi interventi.

fiume nocellaSi è svolta questa mattina, infatti, presso l’Assessorato Territorio e Ambiente la prima riunione operativa per affrontare le criticità ambientali relative alle acque del fiume Nocella e dei suoi affluenti, con particolare impatto sulla foce. Obiettivo del Tavolo di lavoro è quello di individuare una strategia ambientale efficace che porti all’aumento del livello della qualità dell’ acqua, al momento classificata dall’ARPA come “Scarsa”.

Alla riunione hanno preso parte i Sindaci e gli Amministratori dei Comuni di Borgetto, Carini, Giardinello, Monreale, Montelepre, Partinico, Terrasini e Trappeto, i responsabili dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Sicilia (ARPA), i funzionari del Servizio 3 dell’Assessorato Regionale del Territorio e dell’Ambiente.

“Abbiamo a cuore la salvaguardia del territorio regionale, sia sotto il profilo del recupero ambientale che della sua valorizzazione – ha detto l’Assessore del Territorio e dell’Ambiente Toto Cordaro, che dell’incontro si è fatto promotore – .

Toto Cordaro
L’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro

Ho disposto l’immediata verifica tecnica dell’area per l’avvio delle azioni necessarie alla bonifica dei luoghi. In particolare si dovrà procedere alla pulizia delle sponde del fiume Nocella e all’individuazione degli scarichi sia civili che industriali non autorizzati; attività questa preliminare e necessaria perché possa immaginarsi una azione di utile risanamento”.

Nel corso dell’incontro l’assessore Cordaro ha chiesto ai Dirigenti dell’ARPA di procedere, entro il tempo massimo di un mese, ad una valutazione analitica dei corpi idrici superficiali, specificando tutte le criticità ambientali relative a ciascun comune che insiste sul fiume Nocella e sui suoi affluenti, anche attraverso una mappatura territoriale.

Un secondo incontro è stato programmato per la individuazione degli interventi da adottare ed è stato fissato già per la fine del mese di settembre.

 

GUARDA IL VIDEO QUI:

Disastro ambientale nel Palermitano, reflui a mare: l’acqua diventa nera e i pesci muoiono in diretta | VIDEO

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.