19 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 08.01

l'incontro giovedì 20 giugno

Distretto del Cibo: il territorio e i GAL della provincia di Messina si mobilitano

21 Giugno 2019

A conclusione dell’incontro di giovedì 20 giugno, sull’aggregazione democratica e dal basso per rispondere al bando regionale, nella considerazione che i territori operano autonomamente in logica pro-attiva, a Capo D’Orlando, a Villa Piccolo di Calanovella, si è discusso delle modalità specifiche per la partecipazione al bando nazionale in scadenza, i partecipanti hanno convenuto di costituire il Distretto del Cibo provinciale denominabile “Valdemone” includendo quale soggetto proponente, previsto nel bando, il già costituito Bio Distretto dei Nebrodi.

Il distretto verrà costituito da: città metropolitana di Messina, Comune di Messina, i comuni dei GAL aderenti, il Gal Nebrodi Plus, il Gal Tirrenico, il Gal Taormina Peloritani, CCIAA di Messina, il Bio-Distretto dei Nebrodi, l’Agenzia per il Mediterraneo, Unime, Ibam-Cnr,  Confagricoltura, Slow Food, Unpli, gli Ordini Professionali, l’Associazione degli Chef della Provincia di Messina, le aziende del settore florovivaistico a partire dal comune di Mazzarrà Sant’Andrea, Barcellona PdG, Furnari e Terme Vigliatore, i comuni dei borghi più belli d ‘Italia dell’area del Valdemone ed in attesa di adesione anche aziende turistiche ed imprese agricole delle Eolie.

Per le adesioni è possibile contattare i propri comuni e Gal di riferimento.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.