19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.56
Palermo

Stasera, 30 dicembre, sono previsti un concerto e una Festa a Bballu

Emozioni di danza e videomapping nella notte di piazza Pretoria [Video]

30 Dicembre 2016

L’intero prospetto di Palazzo delle Aquile, di Palazzo Bonocore, della chiesa di Santa Caterina e della fontana Pretoria sono diventati teatro di uno spettacolare intervento artistico di danza e videomapping. Lo spettacolo di danza si è svolto tra le statue e le scalinate del complesso della fontana Pretoria ricordando il dipinto “La Danza” di Matisse e la performance è stata divisa in 4 quadri a firma dei coreografi, Vebjorn Sundby, Lorand Zachar, Alessandro Cascioli, Alessio Damiani che hanno lavorato su quattro elementi: l’acqua (elemento primario), la luna (luna e cielo), il mito (statue), il colore (da Matisse). Dopo aver trasformato la piazza in una galleria d’arte en plein air, fino alle 24 è andato in scena uno spettacolo multidisciplinare di videoarte e illuminazioni: scenografie virtuali, videomapping, musiche e illuminazioni artistiche. A cura di I-World per il Comune di Palermo, l’organizzazione è di Sinergie Group. Stasera, 30 dicembre, sono previsti un concerto e una Festa a Bballu a piazza Pretoria, tra videomapping su palazzo Bonocore e palazzo delle Aquile, e illuminazioni artistiche che interagiscono con musiche all’interno della fontana Pretoria e sulla chiesa di Santa Caterina. I canti della Novena natalizia faranno da aperitivo dalle 21,30, poi la Festa a Bballu fino alle 23,30.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.