19 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 08.01

Tutti i nomi dei papabili candidati

Europee, accordo Fratelli d’Italia-Mpa. Musumeci e Stancanelli litigano sull’intesa con Meloni

25 Febbraio 2019

Accordo praticamente concluso tra Fratelli d’Italia e l’Mpa di Raffaele Lombardo per le prossime elezioni Europee. La notizia non è ancora ufficiale, ma mancherebbe soltanto la ratifica. E circolerebbero anche i primi nomi dei possibili candidati, sia tra gli autonomisti che tra gli esponenti di Fdi.

Per quel che riguarda l’Mpa, a scendere in campo potrebbe essere il deputato europeo uscente (è subentrato a Gianfranco Micciché, che ha lasciato Bruxelles dopo l’elezione all’Ars) Innocenzo Leontini. Già assessore regionale con Totò Cuffaro, Leontini ha lasciato Forza Italia a dicembre per aderire agli autonomisti, quando già allora si parlava della possibilità per questi ultimi di confluire in Fratelli d’Italia. Voci di corridoio danno invece per prossimo il transito da Forza Italia in Fdi, con possibile candidatura alle Europee, di Luca Cannata, sindaco di Avola e fratello della deputata regionale Rossana. Recentemente, invece, tra gli autonomisti si è registrato l’ingresso all’Ars di Marianna Caronia. Ad oggi non sembra essere all’ordine del giorno una sua candidatura, anche se la deputata regionale sta comunque valutando l’impegno per le Europee, anche a sostegno di altri esponenti del partito.

E tra i papabili per una candidatura in lista c’è anche Francesco Scarpinato. Eletto consigliere comunale a Palermo con la lista Democratici e Popolari a sostegno di Leoluca Orlando e recordman di preferenze con 3.503 voti, l’ufficiale dell’esercito ha lasciato la coalizione che appoggia il Professore per passare a Fratelli d’Italia. In realtà si tratta di un ritorno alle origini per Scarpinato, che mosse i primi passi in politica in Alleanza Nazionale. E sempre in quota Fdi circolano da tempo i nomi della deputata nazionale Carolina Varchi e dell’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo.

Insomma, Fratelli d’Italia e Mpa sono pronti per l’accordo. Le parole di Nello Musumeci sul sovranismo e l’annuncio di non voler prendere posizione alle elezioni Europee, invece, sembrano avere messo la parola fine al possibile accordo tra Fdi e #DiventeràBellissima. Circostanza che ha dato origine a non poche fibrillazioni in Db, con il parlamentare Raffaele Stancanelli, eletto proprio nella lista di Giorgia Meloni e sponsor dell’intesa, che non le ha mandate a dire a Musumeci durante il congresso. A Catania c’era anche Ignazio La Russa, che però ha abbandonato lo Sharaton proprio mentre parlava il Presidente della Regione, che con le sue parole scriveva la parola fine sui tentativi di accordo per le elezioni del 26 maggio.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.