17 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.54

Nella sede di via Bentivegna, a Palermo

Europee, il Pd siciliano presenta i suoi candidati e ricorda i dirigenti scomparsi

23 Aprile 2019

Il Partito Democratico siciliano scalda i motori in vista delle elezioni Europee del prossimo 26 maggio e dà il via alla campagna elettorale con la presentazione dei candidati dem nella circoscrizione insulare.

Presenti in via Bentivegna, a Palermo, nella sede siciliana dei democratici, tutti  candidati che corrono per un seggio a Strasburgo: la capolista Caterina Chinnici, l’uscente Michela Giuffrida, il medico di Lampedusa Pietro Bartolo, Virginia Puzzuolo, Attilio Licciardi, Leo Ciaccio, Mila Spicola e il sardo Andrea Soddu. C’era anche il segretario regionale del partito Davide Faraone.

Nel corso della presentazione sono stati ricordati i due dirigenti siciliani del partito scomparsi nei giorni scorsi, Maria Fasolo e Gianni Parisi: “Per noi sono state perdite importanti – ha detto il segretario aprendo di presentazione dei candidati – Sono due persone che sono state sempre presenti in tutta la nostra attività politica“.

 

LEGGI ANCHE:

Pd, ecco i candidati per le Europee in Sicilia e Sardegna

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.