16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.32

Ecco come hanno votato gli Italiani

Europee, trionfa la Lega, il Pd supera i 5 Stelle, giù Forza Italia. Tutti i risultati

26 Maggio 2019

L’esito del voto per le europee 2019 consacra la Lega di Matteo Salvini come il primo partito italiano con oltre il 34 per cento. Alle scorse elezioni politiche del marzo 2018 la Lega aveva ottenuto il 17 per cento, mentre alle Europee di cinque anni fa non era andata oltre il 6,2 per cento. Un trionfo per il Carroccio, che capitalizza un anno di governo giallo-verde a scapito dei grillini in crisi nera, stando almeno ai primi dati diffusi questa sera.

L’alleato-rivale di governo, il Movimento 5 Stelle, è fermo al 17,4 per cento. Ben al di sotto rispetto alle Politiche dello scorso anno, quando aveva oltrepassato il 32 per cento. Alle europee del 2014, i grillini avevano preso il 21,1.

Il Partito Democratico è dato attorno al 22,7 per cento. Il Pd risente degli effetti positivi della cura-Zingaretti e comincia a respirare rispetto ai risultati dello scorso anno, quando si era fermato al 19 per cento, ma è ben lontano dal trionfo ottenuto alle Europee di cinque anni fa, quando era stato votato dal 40 per cento degli Italiani.

Crollo di Forza Italia, che si ferma all’8,77 per cento, nonostante la campagna elettorale a tambur battente fatta nelle ultime settimane da Silvio Berlusconi. Alle Politiche 2018 aveva preso il 14 per cento, mentre alle europee 2014 il risultato era stato del 16,8 per cento.

Bene, anzi benissimo Fratelli d’Italia, la cui lista si attesta al 6,46 per cento, superando di gran lunga la soglia minima per ottenere seggi a Strasburgo. Nel 2018 FdI aveva il 4,3 per cento, mentre alle europee 2014 il risultato era stato del 3,7 per cento.

Nonostante il nome, “+ Europa” si ferma al 3,09 per cento e non entra al parlamento europeo.  Male anche la Sinistra guidata da Corradino Mineo, data all’1,74 per cento, che resta a bocca asciutta. Non va meglio per il Partito Comunista di Marco Rizzo che non supera uno striminzito 1 per cento. I Verdi di “Europa Verde”, nonostante le manifestazioni ambientaliste degli scorsi giorni e delle scorse settimane, non riescono a capitalizzare la generale mobilitazione e, secondo gli exit poll, non oltrepasserebbero il 2,29 per cento. Percentuali inferiori all’1 per cento anche per le formazioni della destra radicale, Casapound e Forzanuova, e per il Partito Pirata. 

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.