18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.55

L'incontro: "La Sicilia che innova"

Fondi UE 2014-20: pioggia di milioni in arrivo per le imprese siciliane | VIDEO

20 Luglio 2018

Si è conclusa oggi, presso l’Assessorato regionale alle attività produttive, la prima stagione degli incontri territoriali del Po Fesr Sicilia 2014-2020. L’incontro ha avuto come tema l’innovazione, che riguarda l’Obiettivo Tematico 1 (OT1) e l’Obiettivo Tematico 3 (OT 3) del Programma Operativo, quale leva fondamentale per promuovere la crescita dell’economia e lo sviluppo imprenditoriale dell’Isola. Non solo start up, ma anche riqualificazione del tessuto produttivo siciliano attraverso il rilancio delle imprese esistenti.

Sono in tutto 200 milioni le risorse europee già messe a bando dall’Assessorato per sostenere le imprese che scommettono sull’innovazione tecnologica, dei servizi e dei prodotti. A questi se ne aggiungeranno presto altri 200. Sono, infatti, in cantiere numerosi altri bandi ai quali stanno lavorando i tecnici di Via degli Emiri. Questi, in sintesi, i numeri presentati dall’assessore, padrone di casa, Mimmo Turano. All’incontro hanno partecipato anche l’assessore alla Formazione, Roberto Lagalla, e il presidente della Regione Siciliana, che ha aperto i lavori del convegno.

Fesr, Fondi Ue, Musumeci e Turano“Tante opportunità, il paradosso è che stiamo cominciando da meno 3”, ha detto Nello Musumeci parafrasando il celebre titolo di un film di Massimo Troisi. “Manca l’orientamento, manca una ricognizione dei bisogni, manca il personale tecnico che possa stimolare e sostenere l’esame delle istanze, manca la necessità di informazione. Nonostante tutto in sei mesi abbiamo fatto quello che non si era fatto in tanti anni: centinaia di milioni messi a disposizione delle imprese per l’ammodernamento tecnologico per stare sui mercati internazionali, per promuovere i prodotti per sostenere le imprese giovanili”.

 

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.