22 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.19
Trapani

Indagini avviate quasi due anni fa

I resti dei defunti nei cassonetti dei rifiuti: sette indagati a Mazara

2 Febbraio 2019

I resti dei feretri provenienti dalle estumulazioni smaltiti nei cassonetti dei rifiuti solidi urbani.

È quanto hanno scoperto i carabinieri di Mazara del Vallo. Pesanti le accuse per 7 impiegati comunali, tra questi un funzionario, ai quali la Procura di Marsala ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. Ai sette vengono contestati diversi reati: dall’attività di gestione di rifiuti non autorizzata alla falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale. Ancora più grave l’accusa rivolta al funzionario comunale: dovrà difendersi del reato di depistaggio.

Le indagini prendono l’avvio quasi due anni fa: dopo la segnalazione di alcuni cittadini i carabinieri hanno avviato un indagine che si è avvalsa anche dell’uso di intercettazioni e riprese video.

Le prove nel frattempo si sono fatte schiaccianti dopo che i militari hanno sorpreso gli operai comunali smaltire i resti delle estumulazioni nei cassonetti dei rifiuti. Ma non solo. Persino gli operai sono stati scoperti mentre davano fuoco ai resti.

resti dei defunti bruciati e nei rifiuti mazara
Uno dei dipendenti del cimitero di Mazara sorpreso mentre brucia i resti dei feretri

Gli inquirenti hanno appurato che l’operato degli operai poteva contare sulla complicità del funzionario responsabile dei servizi cimiteriali. Lo stesso funzionario, per tentare di dimostrare il regolare smaltimento dei rifiuti avrebbe persino redatto falsi formulari attestanti l’avvenuta consegna ad una ditta specializzata nello smaltimento.

I carabinieri, attraverso precisi accertamenti, hanno scoperto che le sacche consegnate all’impresa di smaltimento erano state riempite con nuove cassette di zinco danneggiate. Lo scopo era quello di simulare la consegna dei resti.

 

 

LEGGI ANCHE:

Palermo, “cimitero degli orrori” a San Martino delle Scale: blitz con 4 arresti | VIDEO E FOTO

Nuovo cimitero degli orrori: a Bagheria il racket dei loculi, i morti venivano buttati via | VIDEO

Orrore al cimitero di Catania: resti umani abbandonati e tombe distrutte | VIDEO-FOTO

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Ho Rivalutato la Dea Eupalla

Questa settimana i miei contatti sui social mi hanno visto molto partecipe delle vicende legate alla sorte della squadra di calcio della mia città dando l’impressione più di essere un contradaiolo che un pacifico e tranquillo ingegnere che periodicamente si passa il tempo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.