16 gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 12.33
Palermo Prospettive feline in Sicilia

Il gatto che ama i carretti siciliani della bottega Ducato [FOTO]

14 novembre 2017
'
'
ph. Alessio Manna
'
ph. Alessio Manna
Michele Ducato e Gigia
'
ph. Alessio Manna
ph. Alessio Manna

BAGHERIA (PA) – Non è la classica storia da gatti. Gigia, certosino grigio perla, dagli occhi verde smeraldo, con sguardo attento e a tratti furbetto, vigila affinché nessuno disturbi la quiete e l’atmosfera di un luogo antico, ricco di fascino e tradizione. Lei è la gatta che abita nella bottega di Michele Ducato, noto pittore bagherese di carretti, della famiglia degli “artigiani di pregio”, come li definiva Renato Guttuso. 

Le zampette bianche si intravedono tra pennelli e colori. In alto su uno scaffale, Gigia osserva il lavoro che richiede pazienza e dedizione, espressione più autentica dell’eccellenza siciliana. La felina poi sgattaiola tra tavole e giornali, riappare vicino ad un barattolo imbrattato di colore e attorciglia la coda.

Lei in questo laboratorio è arrivata per caso o meglio il destino ha voluto che diventasse la sua casa. Una giornata come tante, l’istinto felino di curiosare, il trovarsi dentro un luogo d’arte e di tradizione. Capirete bene che ad una piccola tigre con certi baffi non poteva sfuggire una simile occasione. Poi l’incontro: quando un gatto sceglie il proprio compagno, è fatta. Michele sin dal primo momento non ha avuto dubbi, l’ha tenuta con sé, nella sua bottega.

Gigia si muove con un’andatura rapida ed elegante, ricorda lo sfogliare veloce di un libro di cui si vorrebbe conoscere con un solo battito di ciglia l’intera storia. Il suo pancino bianco sfiora fotografie, manifesti, libri e attrezzi del mestiere che da Giuseppe sono passati a Michele.

Michele Ducato e Gigia

La guardiana felina ha tutto sotto controllo. Quando il lavorio intenso e minuzioso del padrone viene interrotto da ospiti o visite inaspettate, la gatta strofina la testa su Michele, quasi volesse indicare a chi la guarda il legame con il padrone. Scompare per un breve istante e, prima che possa sentire la porta del laboratorio chiudersi, innalza il suo corpo raffinato su un carretto già rifinito. Gigia risplende tra i colori della bottega di Michele Ducato: c’è il giallo, il bianco, il blu e il rosso intenso.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Il Mercatino delle Idee Usate
Ho curiosità di vedere i nomi dei grandi statisti inseriti nei collegi bloccati. Quali sono queste persone d’indubbio spessore, contenuto e alta moralità di cui la patria non saprebbe fare a meno? Spiegatemi perché in questo paese dove non esiste la meritocrazia e perché dobbiamo essere sempre o “sudditi” o “tifosi”, ma mai “protagonisti”?
Blog di Rosario Gianni Leone
Liceo in quattro anni: i pro e i contro della sperimentazione
Lo scorso 29 dicembre, suscitando molte meno polemiche rispetto al momento della approvazione ministeriale dello scorso agosto, il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato l'elenco delle scuole di II grado ammesse alla sperimentazione del liceo con un corso di soli quattro anni.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...