18 febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 16.10
Palermo

La sentenza

Il sindaco di Termini Imerese non era incandidabile. Respinto ricorso delle opposizioni

18 gennaio 2018

Francesco Giunta non era incandidabile a sindaco di Termini Imerese.

Lo ha deciso con sentenza di primo grado il Tribunale di Termini Imerese, sezione civile, nel consiglio composto da Teresa Ciccarello (presidente), Laura Di Bernardi e Giuseppe D’Agostino.

A fare ricorso erano stati, con due distinte richieste, Il M5s e il candidato del centrosinistra Vincenzo Fasone.

Per il tribunale termitano, di fatto i reati in esame per cui era stato condannato Giunta (truffa e falso in qualità di mandatario della Siae) non erano preclusivi della candidatura. Questa tesi era stata supportata, sin dall’inizio della vicenda dallo studio legale Armao che ha assistito Giunta (lo hanno seguito gli avvocati Liborio Armao e Adele Saito), che prosegue adesso nella sua attività di sindaco di Termini Imerese.

L’elezione di Francesco Giunta era arrivata nel giugno scorso. Il primo cittadino era stato appoggiato da una coalizione di centrodestra comprensiva di diverse liste civiche e con questo verdetto di primo grado, mette adesso in cassaforte la propria elezione.

Tag:
Rosso di sera di Elio Sanfilippo
Ricordo di Bettino Craxi
L’anniversario della scomparsa di Bettino Craxi, avvenuto la scorsa settimana, non ha avuto alcun momento significativo nel ricordare una personalità rilevante che, senza nascondere errori e contraddizioni, fu protagonista importante dell’ultima fase di quella che viene definita comunemente la Prima Repubblica, segnata, peraltro, da avvenimenti drammatici.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...