La Polizia di Stato ha arrestato, su ordine cautelare in carcere del Gip di Termini Imerese, Antonino Fertitta, 38 anni, di Cefalù, accusato di incendio doloso, continuato e aggravato, sui boschi e sulla macchia mediterranea, con pericolo agli edifici e danni sull’area protetta del parco delle Madonie.

Il 3 e il 4 agosto in contrada “Ferla”, sono stati appiccati una decina di incendi. Sono state minacciate diverse abitazioni.

I residenti come vere sentinelle per evitare i roghi degli scorsi anni non hanno mai smesso di controllare la zona. Così immediatamente hanno raccontato agli agenti del commissariato di Cefalù di avere visto un uomo appiccare i roghi.

Le testimonianze e le indagini hanno consentito di acquisire elementi contro Fertitta che hanno portato all’arresto.