15 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.31

Il ddl a firma di Roberto Di Mauro e Angela Foti

Ipab siciliane in crisi, in arrivo il disegno di legge di riforma del settore

24 Luglio 2018

Autonomisti e 5stelle all’Ars insieme per rilanciare gli enti per la beneficenza in Sicilia. Un testo di legge a firma di Roberto Di Mauro e Angela Foti è pronto a nascere.

Angela Foti
Angela Foti

Sono tre i pilastri del ragionamento che sta per vedere la luce. Innanzitutto l’integrazione socio-sanitaria, con la quota che dovrebbe essere a carico delle ASP, che spesso non viene liquidata. Le convenzioni non verrebbero fatte come succede adesso tra Comuni e strutture residenziali, ma direttamente con le aziende sanitarie che prendono parte direttamente alle convenzioni, assumendo direttamente un impegno contrattuale, senza costringere gli enti locali a pesanti esborsi sulle somme da anticipare. Un modo indiretto, quindi, per trasferire risorse agli IPAB.

In secondo luogo, la costituzione di un fondo gestito dall’IRFIS sulla falsariga di quello per ripianare i debiti degli enti lirici. Anche per le strutture sociali e le cooperative sarebbe possibile accedere a questa dotazione che verrebbe integrata di circa tre milioni di euro.

Roberto Di Mauro
Roberto Di Mauro

Infine, prevista una norma sul patrimonio che rischia il depauperamento, prevedendo che una quota di quello indisponibile possa anche essere dismesso per destinare una quota al ripianamento dei debiti.

Era il 18 marzo del 2015 quando la Regione, per bocca dell’assessore di Crocetta, Bruno Caruso annunciava in finanziaria l’inserimento di una norma-ponte sugli IPAB siciliani, una soluzione di transizione per accorciare le distanze con le difficoltà economiche, che già da un anno non avevano ricevuto i contributi da parte della Regione.

Non se ne fece nulla e inoltre, per  un altro anno da quella data, le somme da parte della Regione furono azzerate.

La riforma mancata invece condotta e non conclusa da Gianluca Miccichè, assessore centrista della giunta politica di Crocetta, nella seconda parte della legislatura, prevedeva la trasformazione in aziende degli enti, distinguendo tra quelli in possesso di  specifici requisiti e gli altri che avrebbero dovuto adottare piani triennali di adeguamento. Era inoltre stabilito un piano di ripianamento dei debiti con piani quinquennali di rientro, finanziati con un fondo la cui ripartizione sarebbe stata determinata dall’assessorato. Un comma a parte era riservato a nuovi servizi con un’attenzione mirata all’accoglienza dei migranti minorenni non accompagnati, servizio per il quale il ministero aveva stanziato all’epoca 52,7 milioni di euro. Anche in quel caso il naufragio fu totale.

lavoratori ipab ruffiniI debiti del settore superano i 40 milioni di euro. Per il triennio 2016-2018, il fondo di funzionamento prevede una dotazione di 5 milioni, ma ad ogni finanziaria ritocchi e rimodulazioni hanno aggiornato il capitolo delle assegnazioni.

 

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.