19 gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 02.39
Palermo Si parte il 15 dicembre con Salvo Piparo e Dacia Maraini

Jingle Books: il weekend dedicato ai libri e alla bellezza

13 dicembre 2017

Un intero week end dedicato al libro e alla bellezza con tante presentazioni, incontri, laboratori, reading, itinerari e spettacoli, per la terza edizione di Jingle Books, la fiera del libro di Natale palermitana, ospitata nel settecentesco Museo Palazzo Asmundo a Palermo.

Organizzata dalla rete di editori palermitani Editori allo scoperto e da Terradamare Cooperativa Turistica, quest’anno, grazie alla collaborazione con Associazione Cassaro Alto e La Via dei Librai, la fiera del libro e della arti sarà inserita nella cornice di un centro storico ricco di eventi: avrà luogo infatti, insieme a ‘Natale al Cassaro‘ che animerà il tratto dai Quattro Canti alla Cattedrale con promozioni natalizie, concerti ed esposizioni.

Tantissimi gli ospiti e gli autori che si alterneranno durante il weekend.

Lo spettacolo inaugurale, venerdì 15 dicembre, vedrà protagonista Salvo Piparo (ore 21.30) con ‘La piparonata‘ che seguirà all’incontro con Dacia Maraini (ore 20.30).

Alle 18, invece, in sala Stucchi verrà presentata alla città il neonato collettivo artistico IDEESTORTEPAPER, formato da illustratori e scrittori innamorati della città di Palermo.

Due le collane di quaderni già realizzate che mettono insieme illustrazioni e racconti brevi, per lettori pigri, ma che rimangono dei quaderni dove potere scrivere, disegnare e scarabocchiare. Le collane ‘Mandamenti’ e ‘Favole e storie per lettori pigri‘ raccontano di un mondo passato che non scompare e di un presente che tende a guardare alle sue origini. Quel che accadeva, quel che accade e che accadrà nei quattro mandamenti di Palermo pare abbia trovato parole e immagini.

Durante la presentazione si potrà assistere ad un reading e una bookperformance con l’attrice Giuditta Perriera e il chitarrista Marcello Riggio.

Saranno molte le proposte che coinvolgeranno i cittadini lungo il Cassaro Alto che arriveranno a Jingle Books: spettacoli di strada, juke box letterari, mostre, concerti, letture dai balconi, l’apertura straordinaria della Biblioteca Centrale della Regione Siciliana.

Sabato sarà inaugurato il tour ‘La Via dei Librai’, durante il quale le librerie storiche del Cassaro racconteranno la loro storia e i loro libri rari. Domenica, momenti di scrittura estemporanea con i ragazzi di Newbookclub e il Poetry Slam.

Spazio anche ai più piccoli, che potranno partecipare a laboratori creativi e spettacoli di giocoleria. Una vera e propria festa del libro e delle arti che celebra con fasto la sua terza edizione.

Jingle Books è l’evento conclusivo di una lunghissima serie di iniziative che abbiamo organizzato per Palermo quest’anno – ha dichiarato Eleonora Lo Iacono di Terradamare -. Tra un mese saremo capitale italiana della cultura, è un onore poter offrire alla città una manifestazione che basa proprio sulla cultura il suo significato centrale. Questa edizione di Jingle Books racconta la sua crescita nel territorio. Per la prima volta, non solo Palazzo Asmundo, ma tutto il Cassaro Alto festeggerà insieme a noi il libro e il Natale”.

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Il Mercatino delle Idee Usate
Ho curiosità di vedere i nomi dei grandi statisti inseriti nei collegi bloccati. Quali sono queste persone d’indubbio spessore, contenuto e alta moralità di cui la patria non saprebbe fare a meno? Spiegatemi perché in questo paese dove non esiste la meritocrazia e perché dobbiamo essere sempre o “sudditi” o “tifosi”, ma mai “protagonisti”?
Blog di Rosario Gianni Leone
Liceo in quattro anni: i pro e i contro della sperimentazione
Lo scorso 29 dicembre, suscitando molte meno polemiche rispetto al momento della approvazione ministeriale dello scorso agosto, il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato l'elenco delle scuole di II grado ammesse alla sperimentazione del liceo con un corso di soli quattro anni.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...