20 ottobre 2017 - Ultimo aggiornamento alle 20.23
La crisi della società di vigilanza

KSM, arrivano i primi licenziamenti. Il M5S: “Urgente convocare la commissione Antimafia”

12 agosto 2017

 

Giampiero Trizzino

In queste ore alcuni lavoratori dipendenti KSM stanno ricevendo lettere di licenziamento da parte dell’azienda che si occupa di vigilanza.

Interviene ancora una volta il Movimento 5 Stelle Sicilia: “Un’ingiustizia che deve essere fermata urgentemente – dice Giampiero Trizzino, deputato M5S all’Ars – stiamo ancora aspettando che venga emesso il verbale della V commissione legislativa del 25 luglio, in cui lo stesso presidente, On. Greco, aveva deciso di “spostare” i lavori alla commissione Antimafia”.

“L’azienda fermi questi licenziamenti – conclude Trizzino – e nel frattempo si convochi la l’Antimafia. Il Movimento Cinque Stelle vigilerà affinché in questa vicenda prevalga il rispetto delle regole e soprattutto la tutela dei 516 lavoratori e delle rispettive famiglie”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Non mi appassiono
Perché non mi appassiono più alle vicende elettorali? Alla politica? In realtà non ho mai trovato grande trasporto per la materia... in passato mi sono cimentato con successo nelle competizioni, ma anche lì non ho nascosto un certo disagio...
LiberiNobili di Laura Valenti
La medicina è un’arte, non una garanzia
In media, si preferisce andare dal medico per qualunque questione di salute, dall’influenza alla schizofrenia, dalla sclerosi multipla alla sindrome di Tourette. Tuttavia non è una garanzia di cura né è detto che sia la migliore strategia.
Rosso di sera di Elio Sanfilippo
Vecchie e nuove povertà
Un fenomeno che contribuisce notevolmente alla disgregazione sociale e a insinuare un clima di insicurezza, di sfiducia e di rassegnazione.