15 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.40

Presentata la campagna elettorale verso il 26 maggio

La sfida di Ferrandelli e Della Vedova: “Ribalteremo la cartina geografica d’Europa” | VIDEOINTERVISTE

27 Aprile 2019

Guarda le video interviste in alto

Le sfide che affrontiamo non hanno un tempo futuro, ma riguardano il presente e il presente lo si fa insieme, qui e ora. Abbiamo un van che girerà per tutta la Sicilia con i nostri candidati per tutti i comuni. Saremo a Portella della Ginestra il primo maggio“. A dirlo è Fabrizio Ferrandelli, capolista e coordinatore regionale di +Europa e della campagna per le europee in Sicilia e Sardegna.

Il consigliere comunale di Palermo, fondatore del movimento I Coraggiosi, ha presentato in via Magliocco, a Palermo, la campagna elettorale di +Europa per le elezioni europee del 26 maggio alla presenza del segretario Benedetto Della Vedova. Quest’ultimo ha lanciato la sfida in Europa per la Sicilia: “Mostrare che un’altra Italia e un’altra Sicilia, diverse dal governo attuali, ci sono. Un’altra Italia significa ribaltare la cartina geografica dell’ Europa, guardare la Sicilia e l’Italia come i punti più altri. Guardare all’Africa non come il posto dal quale arrivano i barconi ma come la prospettiva di investimento per l’Europa dei prossimi decenni“.

All’appuntamento hanno partecipato i candidati della circoscrizione Isole, uniti da una sola parola d’ordine, ripresa come hashtag anche sui social network, #Oggi.

In lista insieme al trentottenne palermitano Ferrandelli, ci sono l’avvocato penalista Pietrina Putzolu, sassarese; la palermitana Stefania Ficani, manager bancario, vicina alla causa animalista; il farmacista messinese Giuseppe Sanò, fondatore di Percorso Comune Messina; Silvja Manzi, nata a Foggia, radicale, attivista nelle campagne referendarie e per i diritti civili; Marco De Andreis, anche lui proveniente dal partito radicale con esperienza di relazioni internazionali in ambito europeo; Maria Saeli, trentenne di Bagheria, presidente de ‘I Coraggiosi’, attiva nell’ambito delle iniziative in difesa del territorio ed Elia Torrisi, imprenditore catanese, laureato in Politiche europee ed internazionali e rappresentante della generazione Erasmus.

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.