15 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.40
Palermo

IL RALLY GIUNGE ALLA 103ª EDIZIONE

La Targa Florio ritorna alle origini: a Palermo via al rally storico

7 Maggio 2019

Si scaldano i motori della 103ª edizione della Targa Florio – Rally Internazionale di Sicilia, organizzata dall’Automobile Club Palermo e patrocinata dall’ACI Sport.

La gara è valida per la terza tappa del campionato italiano di rally. Il via della gara sarà dato venerdì 10 maggio  alle ore 16.00 da piazza Giuseppe Verdi, di fronte alla meravigliosa cornice del teatro Massimo. Lo shakedown delle auto in gara è previsto nei pressi di Campofelice di Roccella su una distanza di circa 3 km.

La corsa automobilistica è un vero must, una gara storica punto di riferimento per gli appassionati e per i curiosi. Nelle edizioni precedenti si sono iscritti equipaggi provenienti da tutti e cinque continenti, con più di venti nazioni partecipanti. La storicità della gara e dei luoghi attraversati permettono alla Targa Florio di avere una nomea non solo nazionale ma anche europea in tema di gara storiche.

Il percorso dell’edizione di quest’anno rappresenta un tuffo nel passato, un back to basics ai luoghi culto delle vecchie edizioni della Targa Florio. La gara si snoderà all’interno di un percorso lungo complessivamente 558 km, di cui 151 km di prove speciali, e si snoderà nel favoloso scenario del Parco Nazionale delle Madonie. Il percorso attraverserà i paesi storici della gara, quali ad esempio Campofelice di Roccella, Castelbuono, Collesano e Termini Imerese.

L’arrivo, previsto nella serata di sabato, è fissato sul lungomare di Termini Imerese, dove si terrà la prova finale del circuito. Sempre a Termini Imerese è prevista la predisposizione del parco assistenza, all’interno del quale i team in gara potranno effettuare le dovute modifiche e riparazioni.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.