19 gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 02.39
Il bilancio dell'anno trascorso e le aspettative per il nuovo

L’augurio per il 2018: “Non rinunciate alla bellezza dei vostri sogni” [Video editoriale]

30 dicembre 2017

GUARDA IL VIDEO EDITORIALE IN ALTO – 

Nel 2017 abbiamo visto la rielezione di Leoluca Orlando, la fine del governo Crocetta, il crollo del renzismo, l’elezione di Nello Musumeci e il trionfo del centrodestra in Sicilia.

Il dato interessante è il comportamento degli elettori. Più destra nel centrodestra, il consolidamento dei Cinquestelle con la vice presidenza di Cancelleri, lo spostamento al centro del Pd con 11 deputati che, tranne l’ultimo comunista Cracolici, vede la presenza di uomini e donne di provenienza di centro e centrodestra. Quindi, un tentativo di riedizione della Dc, con una significativa fuga di elettori di sinistra verso “Liberi e Uguali” di Claudio Fava e Pietro Grasso.

Nel 2018 l’aspettativa maggiore che abbiamo dal governo Musumeci è la sburocratizzazione della cosa pubblica e la semplificazione nelle gare e appalti. La creazione di grandi opportunità nel lavoro per i disoccupati e le imprese, la riforma della formazione professionale e una sanità migliore.

Noi de ilSicilia.it Vi ringraziamo per i numerosi consensi che ci consentono di continuare a darvi una informazione libera da padrini e padroni.

Vi auguro un anno dove non dovrete mai rinunciare alla bellezza dei vostri sogni e con un attenzione a chi dovrà garantire il nostro futuro. Buon 2018.

Questo e molto altro nel video editoriale in alto. 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Il Mercatino delle Idee Usate
Ho curiosità di vedere i nomi dei grandi statisti inseriti nei collegi bloccati. Quali sono queste persone d’indubbio spessore, contenuto e alta moralità di cui la patria non saprebbe fare a meno? Spiegatemi perché in questo paese dove non esiste la meritocrazia e perché dobbiamo essere sempre o “sudditi” o “tifosi”, ma mai “protagonisti”?
Blog di Rosario Gianni Leone
Liceo in quattro anni: i pro e i contro della sperimentazione
Lo scorso 29 dicembre, suscitando molte meno polemiche rispetto al momento della approvazione ministeriale dello scorso agosto, il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato l'elenco delle scuole di II grado ammesse alla sperimentazione del liceo con un corso di soli quattro anni.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...