14 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 15.35
Palermo

LA POLEMICA

Lega: “Sprechi e mala gestione al canile di Palermo”

11 Ottobre 2018

“Il disinteresse del sindaco Orlando per le sorti dei suoi concittadini in questi giorni colpisce anche i cani del canile municipale dell’ex-mattatoio”. A denunciarlo Igor Gelarda ed Elio Ficarra, i due consiglieri comunale della Lega a Palermo.

Igor Gelarda
Igor Gelarda

“Abbiamo fatto in passato diversi sopralluoghi, e sappiamo bene che la situazione al canile non è delle migliori. La struttura non solo non è a norma, ma non è adeguata ad accogliere la mole di animali abbandonati e randagi che ogni giorno vengono segnalati e recuperati per le strade di Palermo. Ma la soluzione non è quella proposta dal sindaco Orlando con un bando, vinto da due aziende del Casertano, che prevede il trasferimento dei cani in canili campani, con un costo per le casse cittadine di 380 mila euro. Senza essere certi di cosa accadrà ai cani al termine dei 6 mesi previsti dal bando e una volta terminati gli incentivi.

Il Comune, senza tanto riguardo al loro benessere, si sarà liberato di questi cani. Ma senza intervenire selle cause, senza approntare interventi mirati a fermare gli abbandoni, attraverso controlli e azioni di sensibilizzazione della cittadinanza, e anche incentivi alla sterilizzazione dei cani padronali, nel giro di pochi giorni il canile sarà di nuovo pieno.

E tra qualche mese ci ritroveremo di nuovo a discutere dello stesso argomento. Ancora una volta i soldi dei cittadini spesi senza tenere conto della soluzione dei problemi, ma ancora una volta nascondendoli sotto il tappeto“.

 

LEGGI ANCHE:

Bloccato nel canile di Palermo il trasferimento degli animali in Campania: “Mezzi non idonei”

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.