19 novembre 2017 - Ultimo aggiornamento alle 14.14
Catania L'immagine pubblicata su Twitter dall'astronauta Paolo Nespoli

L’Etna dallo spazio, la neve disegna un orso polare

13 novembre 2017

Assomiglia ad un orso polare la sagoma disegnata dalla neve sulla cima dell’Etna che si vede nell’immagine pubblicata da Paolo Nespoli su Twitter. ”Un buongiorno a un Monte Etna un po’ innevato, con quella cima bianca si è subito fatto riconoscere da qui!” scrive sul social l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa).

La foto è splendida: cattura uno spicchio di Sicilia, con il suo mare azzurro intenso, e il vulcano coperto da un ‘cappello’ bianco. Si distingue anche il pennacchio di fumo che sale dal vulcano e che il vento trascina verso il mare.

L’immagine, come tutti gli scatti che invia l’astronauta impegnato nella missione Vita dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), ha scatenato tantissimi commenti dei follower. In tanti scrivono che la neve sulla cima dell’Etna sembra disegnare una figura, ma ognuno la interpreta in modo diverso: per qualcuno somiglia al muso di un orso bianco, per qualcun altro a un viso umano, c’è chi addirittura nella neve vede disegnato il volto di Albert Einstein.

Tag:
LiberiNobili di Laura Valenti
Una grande scoperta in neuroscienze: il fattore Mozart
Senza che ce ne rendiamo conto, la Scienza continua a evolvere, grazie a menti eccelse come quella di Vincenzo Galatro, docente, autore e ricercatore in Neuroscienze e Psicologia cognitiva, di fama internazionale, massimo esperto mondiale sul cervello di Mozart oltre che enfant prodige.
Il cielo di Paz di Mari Albanese
Me la sono cercata… Se rinascessi vorrei essere donna
Eppure questo pianeta non sembra amarci tanto. Non ci vogliono bene le politiche economiche che continuano a trattarci da “schiave”, il nostro lavoro continua ad essere sottopagato e nelle professioni più spiccatamente “maschili” abbiamo difficoltà ad affermarci.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...