10 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 15.26

Di Maio convoca l'assessore Scavone

Lsu siciliani, vertice a Roma. E dal Ministero una frecciatina alla Regione

8 Maggio 2019

Il governo nazionale si interesserà del tema degli Lsu siciliani: il ministro Luigi Di Maio ha dato mandato all’Ufficio Gabinetto del Dicastero di convocare a Roma l’Assessore Antonio Scavone per il prossimo 4 giugno allo scopo di attivare un confronto istituzionale tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione siciliana.

Ormai da molti anni circa seimila persone, i lavoratori socialmente utili siciliani, appunto, sono coinvolte in progetti lavorativi di vario genere in tutta l’Isola. Ma, sebbene la convocazione apra spiragli di speranza per aprire una trattativa sulla soluzione delle problematiche relative a questi lavoratori, il ministero non risparmia una frecciata a Palazzo d’Orleans.

“Pur nella consapevolezza che il tema sia di rilevanza esclusivamente regionale“, il gabinetto del Ministro del Lavoro incontrerà l’Assessore Regionale alla Famiglia, alle Politiche Sociali e del Lavoro.

Lo scopo è di “avere – scrivono ancora dal Dicastero retto da Di Maio – un quadro complessivo della situazione ed un chiarimento sulle politiche che la Regione Siciliana intende attuare nei confronti di questi lavoratori”.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Una Mattina Diversa

Carissimi, erano quasi le ore 20.00 quando al mio congestionato telefonino mi giunse una telefonata da un numero al quale non potevo non rispondere. La voce era quella del segretario particolare del segretario del grande capo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.