20 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.05
Palermo

I controlli verso Pasquetta

Macello clandestino, scoperto un casolare degli orrori a Palermo

19 Aprile 2019

Un macello clandestino è stato scoperto dalla polizia municipale in viale Regione Siciliana, nei pressi dell’Ospedale “Cervello”.

L’intervento è scaturito durante i servizi di controllo del territorio predisposti dal Comandante Gabriele Marchese, finalizzati al contrasto dell’abbandono illecito di rifiuti.

Macello abusivo caprettiUna pattuglia di motociclisti ha individuato nella bretella laterale di viale Regione Siciliana con direzione Catania, all’altezza di via Trabucco, un autocarro Renault Trafic  fermo davanti ai cassonetti dei rifiuti solidi urbani e un uomo che alla vista degli agenti, si precipitava al posto di guida tentando di allontanarsi dai luoghi. Veniva fermato e alla richiesta della documentazione di rito, emergeva che l’uomo, un sessantenne, era sprovvisto della patente di guida perché ritirata in precedenza e che il veicolo era privo di assicurazione. Nel contesto, mentre procedevano alle sanzioni ed al sequestro del mezzo,  gli agenti avvertivano un odore nauseabondo provenire dal furgone e ispezionandolo notavano due  sacchi neri contenenti i resti di un puledro e residui di lana e zampe di ovini.

Si risaliva quindi al luogo di provenienza che veniva individuato in Viale Regione Siciliana all’altezza di via Trabucco dove, all’interno di un casolare, in completa assenza delle più elementari norme igienico sanitarie, veniva rinvenuto un macello clandestino con una decina di ovini appesi ai ganci e privi delle interiora.

Il cerchio delle indagini si chiudeva con i riscontri della macellazione del cavallo avvenuta alcuni giorni prima e con il rinvenimento di resti di macellazione contenuti in sacchi; se non ci fosse stato l’intervento degli agenti, anche questi sarebbero finiti nei cassonetti dei rifiuti urbani.

Il sessantenne con precedenti penali per furto aggravato, scasso, guida senza patente, macellazione abusiva e commercio di derrate alimentari scadute è stato denunciato all’autorità giudiziaria per macellazione clandestina.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Rimembranze in un caldo giorno di luglio

Quando in giornate come queste si perdono o si commemorano personaggi di grande spessore personalmente non mi sento solo per la loro assenza, ma mi sento solo per la mancanza all’orizzonte di personaggi con potenzialità tali da eguagliarne lo spessore.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.