13 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.32
Catania

si tratta di Leonardo Zappalà

Mafia, Catania: indagato il cantante neomelodico “Scarface”

9 Settembre 2019

Istigazione a delinquere é il reato ipotizzato dagli inquirenti nei confronti di Leonardo Zappalà, il cantante neomelodico catanese che la Procura ha iscritto nel registro degli indagati.

Il giovane, in arte ‘Scarface‘, ha postato sul canale musicale YouTube un video che riprende, tra l’altro, l’immagine di un ‘Santino’ che brucia e una ‘punciuta’ (incisione con un coltello) per fare uscire del sangue dal braccio, tecnica che ricorre nell’affiliazione mafiosa.

Il filmato, postato lo scorso 24 giugno, diventato virale in rete, é stato successivamente rimosso. L’iniziativa della Procura etnea fa seguito alla denuncia presentata ai carabinieri dal sindaco di Paternò, Nino Naso, perché il video era stato girato nella sede del Com – Comitato operativo misto del Comune e di una scuola pubblica del paese.

Nei giorni scorsi i militari dell’Arma hanno notificato a ‘Scarface’ un ‘avviso orale’ emesso dal questore di Catania, Mario Della Cioppa, perché il video “esprimeva apertamente la sua vicinanza all’ambiente malavitoso, inneggiando alla cultura mafiosa“.

La Procura di Catania, lo scorso giugno, aveva aperto un’inchiesta dopo le dichiarazioni rese da Zappalà sui giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino durante il programma ‘Realiti’ su Raidue.

Il cantante affermò: “Queste persone che hanno fatto queste scelte di vita, le sanno le conseguenze. Come ci piace il dolce, ci deve piacere anche l’amaro…“.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Grazie a Dio è Venerdì Jean-Jacques

Ho seguito la politica sui mezzi di comunicazione informatica fino al suggello dell’esito della crisi, attraverso i social e mi sono fatto un po' di domande sulla loro infallibilità. Ci si può fidare un "computerone"? È vera la completa assenza di un moderatore fisico in grado di influenzare e ribaltare le scelte del sistema informatico.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Donne che amano troppo

Le vie della dipendenza relazionale sono da rintracciare nell’infanzia perché si è stati emotivamente deprivati di tutte quelle conferme necessarie a una buona e sana crescita del sé e per via dei condizionamenti socioculturali e religiosi che portano a essere maledettamente insicuri e dipendenti nella relazione con il proprio partner.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.