11 dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento alle 21.06
Palermo Dopo il blitz di oggi

Mafia, Lo Voi critica la nuova legge sulle intercettazioni: “I riassunti non ci servono”

5 dicembre 2017

“Mai come in questa indagine le intercettazioni vengono decriptate grazie alle successive, e le tessere del mosaico investigativo si incastrano solo quando tutti i margini combaciano. Questo conferma che una atomizzazione della lettura delle intercettazioni riduce la capacità di leggere il contesto generale e di ricostruirlo”. Lo ha detto il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi durante la conferenza stampa seguita al blitz antimafia dei carabinieri.

Una affermazione, quella del capo dei pm, che suona come una critica alle nuova disciplina in materia di intercettazioni. “Una conversazione che appare irrilevante può assumere rilievo alla luce di una conversazione successiva – ha aggiunto – o di una successiva attività investigativa. Ma se non è stata trascritta o non se ne è riassunto il contenuto, proprio sulla base di una valutazione di irrilevanza, sarà poi impossibile farne uso”.

Lo Voi ha richiamato alla cautela negli interventi legislativi sulle intercettazioni per evitare di rendere le indagini meno efficaci.

L’Infografica Centimetri illustra le norme principali del decreto legislativo intercettazioni, Roma, 2 Novembre 2017. ANSA/ CENTIMETRI
Tag:
Epruno - Il meglio della vita di Renzo Botindari
Lectio Magistralis
Carissimi, Seduto comodamente in poltrona davanti al mio albero di Natale, luccicante oltre modo, ma molto personalizzato tanto da non sembrare asettico con quei fiocchetti
Il cielo di Paz di Mari Albanese
Me la sono cercata… Se rinascessi vorrei essere donna
Eppure questo pianeta non sembra amarci tanto. Non ci vogliono bene le politiche economiche che continuano a trattarci da “schiave”, il nostro lavoro continua ad essere sottopagato e nelle professioni più spiccatamente “maschili” abbiamo difficoltà ad affermarci.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...