19 febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.20
Palermo

Dopo il blitz di oggi

Mafia, Lo Voi critica la nuova legge sulle intercettazioni: “I riassunti non ci servono”

5 dicembre 2017

“Mai come in questa indagine le intercettazioni vengono decriptate grazie alle successive, e le tessere del mosaico investigativo si incastrano solo quando tutti i margini combaciano. Questo conferma che una atomizzazione della lettura delle intercettazioni riduce la capacità di leggere il contesto generale e di ricostruirlo”. Lo ha detto il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi durante la conferenza stampa seguita al blitz antimafia dei carabinieri.

Una affermazione, quella del capo dei pm, che suona come una critica alle nuova disciplina in materia di intercettazioni. “Una conversazione che appare irrilevante può assumere rilievo alla luce di una conversazione successiva – ha aggiunto – o di una successiva attività investigativa. Ma se non è stata trascritta o non se ne è riassunto il contenuto, proprio sulla base di una valutazione di irrilevanza, sarà poi impossibile farne uso”.

Lo Voi ha richiamato alla cautela negli interventi legislativi sulle intercettazioni per evitare di rendere le indagini meno efficaci.

L’Infografica Centimetri illustra le norme principali del decreto legislativo intercettazioni, Roma, 2 Novembre 2017. ANSA/ CENTIMETRI
Tag:
Rosso di sera di Elio Sanfilippo
Ricordo di Bettino Craxi
L’anniversario della scomparsa di Bettino Craxi, avvenuto la scorsa settimana, non ha avuto alcun momento significativo nel ricordare una personalità rilevante che, senza nascondere errori e contraddizioni, fu protagonista importante dell’ultima fase di quella che viene definita comunemente la Prima Repubblica, segnata, peraltro, da avvenimenti drammatici.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...