20 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.44

Di fronte la storica Tonnara Florio

Muri imbrattati con scritte anti-Salvini a Favignana | Video e foto

8 Luglio 2019

 

Guarda il video in alto

Imbrattati gli edifici di fronte alla storica tonnara dei Florio di Favignana. Una scritta di vernice spray nera è comparsa contro il ministro dell’interno Matteo Salvini: “Salvini sei un omofobo” con accanto una svastica nazista.

Una cartolina notata da molti turisti in vacanza nell’isola dell’arcipelago delle Egadi.

Il tutto a pochissimi metri da un bene storico quale la Tonnara Florio, recentemente al centro delle cronache locali per la nota questione della riapertura (dopo molti anni) e nuova chiusura (lo scorso 31 maggio) a causa delle quote tonno decise dal ministero.

Un gesto di protesta contro la Lega che a detta di alcuni avrebbe dimenticato l’isola? O l’opera di qualche isolato imbrattatore? Di certo, un segno di inciviltà.

 

Guarda le foto in basso

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.