21 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.50

La dichiarazione del governatore siciliano

Musumeci sulle elezioni in Basilicata: “Centrodestra modello premiato dai cittadini”

25 Marzo 2019

Prima l’Abruzzo, poi la Sardegna, adesso la Basilicata. Aumenta, sempre di più, la ricerca di buon Governo da parte degli italiani“. Lo afferma il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, commentando l’esito delle elezioni regionali in Basilicata.

Nel giro di poche settimane, il centrodestra è tornato alla guida di tre Regioni. La vittoria del presidente Bardi rappresenta, infatti, l’ennesima conferma che quando il modello proposto agli elettori è inclusivo i cittadini lo premiano”. 

Al neo governatore – continua Musumeci – rivolgo gli auguri sinceri di buon lavoro. Spero di incontrarlo presto perché, in un momento di forti trasformazioni nel Paese, nelle trattative con il Governo centrale e l’Unione europea le Regioni devono fare squadra e non possono restare ai margini delle decisioni. Tutti insieme dobbiamo assumere un ruolo da protagonisti, interpretando il desiderio di cambiamento dei cittadini e, soprattutto assicurare concretezza e impegno”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Rimembranze in un caldo giorno di luglio

Quando in giornate come queste si perdono o si commemorano personaggi di grande spessore personalmente non mi sento solo per la loro assenza, ma mi sento solo per la mancanza all’orizzonte di personaggi con potenzialità tali da eguagliarne lo spessore.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.