19 febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.20
Palermo

La manifestazione nel pomeriggio di domenica

“No Bertolino”, domani a Balestrate il corteo dei 5 Stelle contro la distilleria e l’inquinamento

23 settembre 2017

BALESTRATE – “NO Bertolino” è il titolo del corteo cittadino, in programma domenica 24 Settembre, alle 17, dal Belvedere di Balestrate (Croce). L’iniziativa, organizzata dal Movimento 5 Stelle di Balestrate, intende promuovere la partecipazione attiva dei cittadini del Golfo di Castellammare contro la delocalizzazione della distilleria Bertolino in Contrada Bosco Falconeria.

L’infelice approvazione, da parte del Consiglio Comunale di Partinico, della variante urbanistica – da agricola in industriale – di Contrada Bosco Falconeria rappresenta una minaccia concreta per il futuro dell’intero Golfo, apprezzato per le sue bellezze naturali, per la qualità dell’offerta turistica e la cristallinità delle sue acque. A tutela del rispetto dei popoli, dell’ambiente e della salute pubblica, si invitano i cittadini del Golfo a fare un vero atto di democrazia partecipata.

“La vita dei popoli – sottolinea Giuseppe Curcurù, consigliere comunale del M5S a Balestrate – la vocazione naturale dei territori, la salute pubblica non possono essere oggetto di atti di palese prepotenza. Le città che sia affacciano sul Golfo di Castellammare hanno scelto la green economy, hanno investito in agricoltura biologica, strutture ricettive di alta qualità, pregiati agriturismo. Hanno scelto il ‘verde’ contro il ‘nero’, le acque limpide contro gli sversamenti industriali, il turismo di qualità contro economie non sostenibili. Hanno imparato ad accogliere, a promuovere la nostra cultura ed il nostro cibo”

“Nessun privato, affiancato da classi politiche irresponsabili – conclude Curcurù – può cambiare il destino dei popoli! Questa battaglia di civiltà appartiene a tutti. È un atto di responsabilità verso se stessi e le future generazioni”.

Tag:
Rosso di sera di Elio Sanfilippo
Ricordo di Bettino Craxi
L’anniversario della scomparsa di Bettino Craxi, avvenuto la scorsa settimana, non ha avuto alcun momento significativo nel ricordare una personalità rilevante che, senza nascondere errori e contraddizioni, fu protagonista importante dell’ultima fase di quella che viene definita comunemente la Prima Repubblica, segnata, peraltro, da avvenimenti drammatici.
CapitaleMessina di Gianfranco Salmeri
Troppo tardi, Renzi!
È troppo tardi: l’appeal politico di Renzi è al minimo storico, la sua immagine di “rottamatore” non è più credibile. Adesso è bene che faccia un passo indietro...