23 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.38
Palermo

Ecco i prossimi appuntamenti

Orchestra Sinfonica Siciliana: prosegue il lavoro di Giorgio Pace, riconfermato sovrintendente | VIDEO INTERVISTA

18 Maggio 2018

In alto la video intervista

Giorgio Pace, appena riconfermato dal nuovo cda della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana (FOSS), prosegue il lavoro, duro e impegnativo, cominciato con lo scorso mandato che mira a riportare la FOSS in auge a Palermo e, in generale, in tutta l’Isola.

Scopo prioritario della Fondazione, e fondamento dello stesso statuto, come sottolinea il sovrintendente Pace, è il portare in giro, sul territorio regionale, l’Istituzione.

Teatro Politeama

Tanti gli appuntamenti messi in agenda già per la prossima estate nel capoluogo, nell’anno di Palermo Capitale Italiana della Cultura: il 27 luglio tappa al Teatro di Verdura con l’Orchestra Giovanile, e poi incontri all’Orto Botanico e in Piazza Ruggero Settimo, al Museo Riso, dove si svolgerà una rassegna jazz.

In Sicilia, invece, la FOSS toccherà Tormina, dove si esibirà Nicola Piovani con replica a Catania; e poi ancora Gibellina, tappa riconquistata dopo anni di assenza, Segesta e Alcamo.

La stagione invernale, che festeggerà il 60esimo anno di vita della FOSS, verrà inaugurata da Stefano Bollani che, per l’occasione, presenterà a Palermo il suo nuovo album.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.